Cittadella di Alessandria: il mistero dei Tarocchi si svela a teatro

image_pdfimage_print

di Elisabetta Rossi

I Tarocchi da martedì 23 a giovedì 25 luglio fanno tappa a la Cittadella di Alessandria nel Basso Piemonte con uno spettacolo teatrale di Tonino Conte e Gian Piero Alloisio, gli Arcani Maggiori di Emanuele Luzzati e i costumi di Bruno Cereseto.agriteatroweb

L’evento è realizzato dal Teatro della Tosse di Genova in collaborazione con l’Associazione Culturale AgriTeatro.

La Cittadella di Alessandria, che sorge sulla sponda sinistra del fiume Tanaro, nel comune di Alessandria è uno dei più imponenti monumenti europei del diciassettesimo secolo nell’ambito della fortificazione permanenti e uno dei pochi ancora esistenti nel Vecchio Continente.

Sui bastioni della cittadella venne innalzato il 10 marzo 1821, per la prima volta nella storia d’Italia, il vessillo tricolore da parte del congiurato colonnello Ansaldi.

Lo scorso febbraio è stato  comunicato dal “FAI – Fondo Ambiente Italiano”, che la Cittadella di Alessandria ha ottenuto la prima posizione nella classifica dei Luoghi del cuore 2012 per Il 6° censimento dei luoghi italiani più amati al mondo.

Uno luogo ideale per Il Mistero dei Tarocchi che per sua natura è sempre stato uno spettacolo rappresentato in spazi particolarmente vasti e articolati (castelli, borghi medievali, suggestive cornici storiche) tali da consentire di ricreare il magico labirinto dei tarocchi, dove lo spettatore deve effettivamente creare il suo percorso guidato dai suoni, dalle voci e dalla sua fantasia.

Il Mistero dei Tarocchi è stato presentato per la prima volta a Forte Sperone, sulle alture di Genova, nel luglio 1990. Lo spettacolo si inserisce nella tradizione del teatro fuori dal teatro. Nel Mistero dei tarocchi lo spettatore sceglie liberamente l’ordine delle scene, dando allo spettacolo un personale percorso narrativo, proprio come sfogliasse un mazzo di carte.

Lo spettacolo non inizierà a un’ora precisa, ma dal tramontare del sole in poi,  con l’arrivo del primo spettatore e finirà verso mezzanotte, quando l’ultimo sarà uscito dal percorso allestito a labirinto.

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *