Coppa Davis maschile under 18 al Lido di Venezia

image_pdfimage_print

Semifinale con Croazia, Israele, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Svezia e gli azzuri

di Elisabetta Rossi

Per il terzo anno consecutivo i campi in terra rossa del Tennis Club Venezia al Lido tornano ad ospitare gli incontri del prestigioso torneo valido per la 34^ Coppa Valerio De Galea, la Davis continentale per i giocatori under 18, diretto da Paolo Lazzari, nel 2010 campione italiano veterani “over 60”.davis

La manifestazione, in programma dal 31 luglio al 2 agosto, vedrà affrontarsi le nazionali under 18 di Croazia, Israele, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Slovenia, Svezia che si contenderanno l’accesso alla fase finale della Summer Cups in programma a La Rochelle (Francia).

Il Torneo,  è stato presentato presso la Terrazza dei Fiori del prestigioso Hotel Excelsior del Lido di Venezia alla presenza del Delegato provinciale del Coni, Renzo De Antonia, del Presidente del circolo Mario Faotto e del suo Vicepresidente Paolo Minchillo.

L’ultimo successo azzurro risale al lontano 1986: in passato hanno partecipato numerosi giocatori che hanno raggiunto i vertici della classifica mondiale come Borg, Lendl, Becker, Noah, Leconte, Muster, Ivanisevic, Barazzutti, Ferrero e Robredo.

Il Presidente del Tc Venezia Mario Faotto ha dichiarato che “essere riusciti a confermare questo appuntamento internazionale, nonostante la crisi che ci travolge, è già un primo importante traguardo. Ora contiamo sulla partecipazione del pubblico visto che per tutte le giornate l’ingresso sarà libero”.

I dettagli tecnici del torneo di singolo e doppio per squadre nazionali sono stati illustrati da Paolo Minchillo. “Il torneo prevede complessivamente quattro gironi, noi siamo uno di questi, e da ogni tappa dovranno uscire due squadre che prenderanno parte alla finale a otto a La Rochelle. Speravamo molto sulla presenza tra gli azzurri di Gianluigi Quinzi, il 17enne originario di Cittadella (PD) fresco vincitore del torneo juniores di Wimbledon, ma la Federtennis ci ha informato che proprio in quei giorni dovrà sostenere gli esami di maturità che non ha potuto fare regolarmente in quanto impegnato nel prestigioso torneo britannico. Avremo comunque una formazione molto competitiva formata da Stefano Napolitano (Biella, 11/4/95) numero 15 al mondo tra gli under 18, Filippo Baldi (Milano, 10/1/96), Matteo Donati (Alessandria, 28/2/95) e infine una vecchia conoscenza come Mosè Navarra. Penso che dopo una ventina d’anni stavolta ci siano le condizioni per rivedere l’Italia nella fase finale a otto.

Su quali siano gli avversari da tener d’occhio è intervenuto Fabio Sapori, che dal 1988 al 1994  con la Fit ha organizzato vari incontri di Coppa Davis e alcune edizioni degli Internazionali d’Italia di Roma e attualmente presidente del Green Garden Mestre. “A mio giudizio sono da tener d’occhio gli israeliani. Possono essere la vera novità. Per l’Italia con Quinzi sarebbe stato tutto più facile ma anche Napolitano e Baldi rappresentano due garanzie. Su tutte le altre fa storia a sé la Croazia; questi sfornano campioncini come nulla fosse. Sarà davvero un grande torneo”.

Anche quest’anno il Panathlon Club Venezia sarà a fianco degli organizzatori. “Non possiamo non essere coinvolti in eventi di questo livello – ha detto il Presidente Piero Ragazzi – e, vista la nostra attività di valorizzazione dei veri valori dello sport, anche stavolta andremo a premiare il gesto di Fair Play”.

Per il 2014, infine, è assai probabile, nel turn-over Italia-Francia, che la finalissima torni al Lido.

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *