Tarquinia punta sull’industria del turismo

image_pdfimage_print

Di Vanessa Mannino

Tarquinia, cittadina etrusca che si estende lungo la costa del mar Tirreno, in pittoresca posizione su un colle dominante la maremma laziale. D’origine antichissima, nel Medioevo risorse dopo la sua distruzione col nome di Corneto ed ebbe , in questo periodo, un’interessante quanto florida vita comunale signorile. Attualmente Tarquinia conserva ancora la sua caratteristica di cittadina etrusca quanto medioevale, offrendo a turisti e abitanti grandi patrimoni culturali come la necropoli, con tombe a camera sotteranea tutte adorni di pitture, e numerosi monumenti medioevali come Palazzo Vitelleschi o la bellissima chiesa di Santa Maria di Castello.

Nonostante l’economia ruoti prevalentemente intorno all’agricoltura, grazie ad una terra fertile e ad un clima favorevole, negli ultimi anni Tarquinia sta conoscendo un notevole sviluppo economico grazie a piccoli e giovani imprenditori che, nonostante la crisi, cercano di immettersi sul mercato favorendo lo rinascita economica, sociale e turistica della cittadina. Giovani imprenditori che da qualche anno hanno aperto esercizi commerciali dediti alla vendita di prodotti tipici locali o che si interessano di promuovere il territorio attraverso l’organizzazione di eventi finalizzati a far conoscere ai numerosi turisti, e non solo, il patrimonio enogastronomico della cittadina.

E’ della scorsa settimana l’inaugurazione di un bellissimo hotel-ristorante a quattro stelle, a cui hanno partecipato anche diversi personaggi dello spettacolo: il Tirreno, primo albergo dopo 25 anni, non solo è segno di rinascita economica, ma anche di grande professionalità dei gestori. Tutte le camere sono dotate di ogni confort (tv con sky, bagno con termoarredi, climatizzatori..) e di un’impiantistica tecnologica di ultima generazione. Il Tirreno gode di un’ ottima vista sull’Argentario e sull’intera cittadina e sarà lieto di accogliere tutti i turisti che intendono trascorrere una piacevole vacanza a  Tarquinia: la piccola cittadina, dalla grande imprenditoria.


Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *