Porno per signore

image_pdfimage_print

di Cristina Tedeschi

Dimenticate le cinquanta sfumature, roba da dilettanti… Sono uscite recentemente in Francia due riviste molto interessanti – “Edwarda” e “L’Imparfaite” – dal revue-03-big1contenuto pornografico ma rivolte alle donne di qualsiasi orientamento sessuale. Contengono foto di uomini e donne, racconti, saggi, interviste. Sono eccitanti ed eleganti quanto basta da poter essere tenute sul tavolo in salotto. Si comprano nelle librerie. L’imparfaite è una rivista “universitaria”, nel senso che esiste un’università francese che sponsorizza una ricerca sul porno femminile.

Da qualche mese è online un sito fondato dal produttore di porno Marc Dorcel, sempre rivolto alle donne. Ci sono rubriche tecniche – come sbrigare alcune pratiche, tipo usare lo champagne per fare sesso orale o non farsi male con la sabbia nel caso di amplessi al chiaro di luna sulla spiaggia – i consigli della ex porno-star Katsumi, un forum, un reparto gadget, interviste a personaggi famosi e, ovviamente, video. A pagamento, con una preview che si ferma nel punto esatto in cui vorreste che cominciasse il film, e quindi…

Ma qual è la differenza tra porno tradizionale e porno per signore? Sì, certo, le ambientazioni sono più raffinate, il sesso un po’ più articolato. Ma alla fine vale il “libere tutte”. E’ fatto per noi: per quale motivo non dovremmo guardarlo? Per saperne di più collegatevi al sito: www.dorcelle.com

 

*Cristina Tedeschi, medico chirurgo specialista in Ginecologia ed Ostetricia, PHD in Gynecology and Reproduction University of Maryland nel 1991, Master di Sessuologia presso l’Università di Pisa nel 2011, lavora presso l’AIED di Albenga e l’Istituto il Baluardo di Genova

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *