RM__0835

Una sinfonia di suoni e immagini per la nuova stagione dell’Auditorium Parco della Musica

image_pdfimage_print

All’Auditorium è partita la nuova stagione della Fondazione, un programma in crescendo. Dall’1 settembre al 30 giugno 2014, più di 350 appuntamenti per tutti i palati: musica, spettacolo, cultura, arte. Una sinfonia di suoni e immagini, con il mondo sottobraccio.

In cartellone concerti imperdibili (Elvis Costello, Yoko Ono, Nick Cave, Pat Metheny, Chick Corea, Tori Amos, Ben Harper), ma anche rassegne e festival originali, dalla musica contemporanea al jazz, dalla nuova danza, al teatro, dalla letteratura, alle grandi mostre, alle scienze. Tra le molte novità, da segnalare l’incontro con Noam Chomsky, i progetti di Emma Dante, di Pippo Delbono, di Andrea Camilleri, la mostra di Herb Ritts. Per ottobre, ai box di partenza il Festival Flamenco (Carmen Linares, Eva Yerbabuena), il Roma Jazz Festival (si inizia con Joshua Redman insieme a Paolo Rossi), l’omaggio al Gruppo 63 (Sergio Rubini, Iaia Forte, Nanni Balestrini, Achille Bonito Oliva).

MUSICA

Il My Festival, dopo la prima, scoppiettante edizione orchestrata lo scorso anno da Patti Smith, è affidato a Elvis Costello; l’artista sta lavorando a diverse serate spettacolari, musicali e cinematografiche.

La Carta Bianca 2013 è appannaggio del musicista jazz Franco D’Andrea, che celebra 50 anni di carriera. Le Residenze artistiche invece sono due: quella di Max Gazzè, che proporrà molti progetti inediti (tra gli altri con Alex Britti e Roma Sinfonietta), e quella del percussionista Michele Rabbia (tra i suoi progetti il dialogo con Eivind Aarset).RM__0835

Anche quest’anno per Contemporanea serate uniche all’insegna di nuove musiche e nuove espressioni culturali, con la complicità dell’Accademia di Santa Cecilia. Perno della Stagione il PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble diretto da Tonino Battista. A confronto con figure leggendarie come quelle di Luigi Nono, Luciano Berio, Arvo Pärt, Fernand Léger (per il Ballet Mécanique verranno accomodati in sala un paio di aeroplani), le personalità di Noam Chomsky, Dumisani Maraire, Angelo Guglielmi.

Ritorna come di consueto l’appuntamento con il Roma Jazz Festival con un progetto speciale dedicato quest’anno al confronto con la letteratura. Tra i protagonisti di quest’anno, Joshua Redman in inedita accoppiata con Paolo Rossi, Danilo Rea con Fabrizio Gifuni, Fabrizio Bosso e Julian Mazzariello con Massimo Popolizio.

MIT Meet In Town propone nuovi format come MIT Kids, dedicato alla scoperta del mondo delle arti digitali, Mit Recordings, dedicato all’incontro tra jazz ed elettronica e live set in streaming.

I quattro ensemble della Fondazione – PMJO Parco della Musica Jazz Orchestra, PMJL Parco della Musica Jazz Lab, PMCE Parco della Musica Contemporanea Ensemble, OPI Orchestra Popolare Italiana dell’Auditorium Parco della Musica accompagnano la programmazione di Musica per Roma. In particolare, i musicisti diretti da Ambrogio Sparagna si affiancheranno a Massimo Popolizio per la prossima edizione dell’Ottobrata Romana dedicata quest’anno al 150° anniversario della morte del poeta Gioachino Belli.

Debutta quest’anno Il Pianoforte, una rassegna dedicata esclusivamente agli esecutori degli ottantotto tasti. Tra gli invitati Brad Mehldau, Egberto Gismonti, Uri Caine, Wim Mertens, Craig Taborn, Bobo Stenson, Kenny Barron, Jacky Terrasson.

Tra le altre rassegne, Solo schiera, oltre a Ben Harper (alle prese con il primo solo tour acustico della sua carriera), Colin Stetson, Marcio Rangel, Egberto Gismonti, Giorgio Faletti, Steiner Raknes; Dialogo: Paolo Fresu e Martux_M, Gino Paoli e Danilo Rea; La Voce: Serj Tankian, Marco Mengoni, Ane Brun, Mario Biondi, Claudio Baglioni, Gregory Porter; Maria Pia de Vito, voce del progetto condiviso con Anja Lechner, François Couturier e Michele Rabbia.

SPETTACOLO

Primo appuntamento di ottobre, ¡Flamenco! propone anche quest’anno un cartellone con nomi di assoluto prestigio: Israel Galván nello spettacolo FLA-CO-MEN, Arcángel e Patricia Guerrero nella prima mondiale di Homenaje flamenco a Verdi, Carmen Linares in CU4TRO Fl4menco J4zz” in prima italiana, Mercedes Ruiz in Baile de palabra ed Eva Yerbabuena, in ¡Ay!.

Per la decima edizione di Equilibrio Festival della nuova danza, il direttore artistico Sidi Larbi Cherkaoui sta programmando un cartellone sul tema dell’Oriente. Aprirà la manifestazione la prima italiana di Genesis: Straddling the Curve. Tra gli altri ospiti della rassegna, Akram Khan in iTMOi (in the mind of igor). Il Premio Equilibrio assegnerà un riconoscimento alla migliore creazione e al miglior interprete.

Pippo Delbono presenta un progetto in due parti: Blood con Petra Magoni e Birds con Laurie Anderson. Si tratta di un viaggio musicale sul tema dell’amore – e dell’impossibilità dell’amore – con queste due straordinarie figure femminili.

Altra novità di stagione, Inedito d’autore, una nuova rassegna dedicata al teatro di narrazione. Andrea Camilleri donerà a tre mattatori Marco Paolini, Marco Baliani, Ascanio Celestini – altrettante storie destinate alla messa in scena.

Ospite per la prima volta della nostra programmazione, Emma Dante presenta Verso Medea, utilizzando i diversi mezzi espressivi: danza, canto, musica (dei Fratelli Mancuso), prosa. La tragedia classica per eccellenza diviene per mano della regista un viaggio che è un’opera d’amore.

Truffaut intervista Hitchcok allestimento multimediale, arricchito dalle musiche di Mauro Manzoni e Mauro Campobasso – è un libero adattamento da Il Cinema secondo Hitchcock, fondamentale libro intervista del grande cineasta francese, a trent’anni dalla sua morte.

Durante il Natale all’Auditorium vengono riproposte le attrazioni che rendono ogni anno il Parco della Musica un giardino delle meraviglie: pista di pattinaggio, giochi, mostre, mercato. Nelle sale, Mimmo Cuticchio, Claudio Baglioni, la ChiaraStella dell’Orchestra Popolare Italiana, il Gospel Festival, e, amatissimo dai ragazzi, Schiaccianoci e il Re dei Topi dell’Open Trios. Tra le novità: Afrique, una festa dedicata al continente africano e “SE-MA-FOR”, omaggio alla scuola di animazione polacca di Lodz, con un cartellone di oltre dieci film.

CULTURA

La quinta edizione di Libri Come, che avrà per tema il Lavoro, invaderà pacificamente gli spazi dell’Auditorium, le sale e il Garage, con oltre cento appuntamenti tra conferenze, presentazioni, dialoghi, mostre, laboratori e altre iniziative.

Il Festival delle scienze a gennaio sarà invece dedicato al Linguaggio. Lectio magistralis, incontri, dibattiti, caffè scientifici, eventi per le scuole, mostre, spettacoli vedranno impegnati i più importanti e celebrati maestri, a partire dal linguista Noam Chomsky, per proseguire con Philippe Schlenker, Bernhard Nickel, Jason Stanley, Stephen Crain, Jesse Snedeker.

Carlo Fuortes, Flavia Barca, Max Gazzé, Lidia Ravera, Aurelio Regina

Carlo Fuortes, Flavia Barca, Max Gazzé, Lidia Ravera, Aurelio Regina

Per celebrare i 50 anni del Gruppo 63, che rivoluzionò il panorama culturale degli anni 60, la manifestazione 63 x 50: incontri e spettacoli di poesia, musica, teatro, cinema e arte affidati, tra gli altri, a Sergio Rubini, Iaia Forte, Sonia Bergamasco, Luigi Cinque, Nanni Balestrini, Franco Brambilla, Angelo Guglielmi, Parco della Musica Contemporanea Ensemble, Gianfranco Baruchello, Silvano Bussotti, Achille Bonito Oliva, Angelo Guglielmi, Walter Pedullà.

Le Officine Culturali promosse da Musica per Roma riscuotono un apprezzamento crescente. Torna Vi racconto un Romanzo, il ciclo curato da Valerio Magrelli che proporrà questa volta la presentazione e l’ascolto di otto capolavori della letteratura russa. Tra i lettori: Ottavia Piccolo, Moni Ovadia, Alba Rohrwacher, Stefania Rocca.

Dopo il successo della prima serie dedicata a Caravaggio, torna Il colore della spada, che questa volta racconta il percorso umano e artistico di un altro grande “maledetto”: Modigliani. Protagonisti anche in questa occasione Giancarlo De Cataldo e Claudio Strinati

Si arricchisce la serie delle Lezioni. Lezioni di Kennedy verterà sul carisma di JFK, la sua figura, la sua utopia e la sua fine misteriosa saranno rilette attraverso differenti punti di vista, tra gli altri, da Walter Veltroni e Giancarlo De Cataldo.

Con Lezioni di Storia si parlerà di Europa. Alla ribalta il cammino delle idee, le rivoluzioni religiose, il progresso della scienza e quello delle armi, la costruzione delle nazioni nate da un nuovo concetto di patria, fino al sogno di un futuro collettivo. Appuntamento, tra gli altri, con Andrea Giardina, Alessandro Barbero, Amedeo Feniello.

Le Lezioni di Rock e il ciclo Playlist, a cura di Ernesto Assante e Gino Castaldo sono dedicati a grandissimi nomi della storia del rock: Lou Reed, Frank Zappa, David Bowie, i Pink Floyd, Paul Simon, The Doors, Bruce Springsteen.

Di tutto rispetto il parterre degli “insegnanti” delle Lezioni di Musica curate da Giovanni Bietti: Krystian Zimerman, Alexander Lonquich, Giorgio Pestelli, Michele Dall’Ongaro, Giovanni Sollima, tra gli altri.

Le Lezioni di Jazz di Stefano Zenni spazieranno tra incontri, divagazioni, scoperte, stili, storie e piccoli segreti. Da John Coltrane a Charles Mingus, da Louis Armstrong a Billie Holiday, da Miles Davis a Ornette Coleman.

Tornano le Lezioni di Cucina di Carmelo Chiaramonte con le apprezzate degustazioni, assaggi e incontri con altri esperti. Si parlerà del mondo della cucina matriarcale d’Italia. Aneddoti e piatti della cucina domestica, segreti e ricette scomparse, sapori e alimenti rari.

Lezioni di Arte mettono in campo un’altra serie di percorsi di approfondimento, attraverso il confronto tra due personalità; come Bernini e Borromini, Michelangelo e Caravaggio, Velazquez e Guido Reni. A parlarne, tra gli altri, Claudio Strinati, Anna Ottani Cavina, Philippe Daverio.

ARTE

Imperdibile la mostra In piena luce. Fotografie di Herb Ritts, concepita espressamente per il nuovo spazio espositivo AuditoriumExpo. Oltre cento immagini di uno dei più grandi interpreti della fotografia internazionale, ritrattista tra l’altro delle celebrities dello star system hollywoodiano (Madonna, Michael Jackson, Richard Gere) e della moda, ma anche autore di lavori sul corpo e sui paesaggi.

All’interno della rassegna 63 x 50 non poteva mancare l’omaggio artistico per i 50 anni dalla nascita di uno dei più importanti movimenti culturali italiani. ARTE TOTALE: IL GRUPPO 63 è un progetto espositivo a cura di Achille Bonito Oliva che pone l’accento sull’identità plurima del collettivo, sulla sua vocazione allo scambio e allo sconfinamento dei linguaggi. Circa 24 opere di 8 grandi autori: Nanni Balestrini, Gianfranco Baruchello, Sylvano Bussotti, Giuseppe Chiari, Corrado Costa, Fabio Mauri, Mario Schifano, Adriano Spatola.

La mostra Storie e visioni dell’Auditorium Parco della Musica di Roma è l’ultimo appuntamento espositivo della rassegna La fotografia al femminile. Le opere di Silvia Camporesi, Simona Ghizzoni, Beatrice Pediconi, con modalità diverse e utilizzando il linguaggio fotografico e video, interpretano il proprio presente, la vita, reale o fantastica di ognuna, con sguardo nuovo, poetico e intenso.

Equilibrio fuori scena presenta le opere fotografiche di Flavio Ianniello, Riccardo Musacchio, Paolo Porto. Agli interpreti dell’edizione del festival Equilibrio 2013 è stato proposto di scegliere la location del Parco della Musica che più si addicesse alla loro espressività, trasferendo quindi le “figure danzanti” fuori dal palco, anche nei luoghi più impensabili.

One Space / One Sound è un progetto espositivo periodico che prevede una serie di 3/4 appuntamenti l’anno invitando artisti che lavorano con il suono. Il prossimo artista coinvolto sarà Francesco Fonassi. Il suo lavoro si focalizza sulle dinamiche dell’ascolto e sui meccanismi della percezione uditiva, sondandone limiti e potenzialità in termini intersoggettivi.

Prosegue anche quest’anno la rassegna Sound Corner, nello spazio di passaggio tra il foyer della Sala Petrassi e il Teatro Studio, un angolo del suono, con una programmazione periodica. Tra gli artisti invitati: Yvan Etienne, Chiara Guidi, Chris Mann, Gianluca Codeghini, Tres, Emiliano Zelada.

Foto: Musacchio & Ianniello

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *