Il rock’n’roll bohemiènne di Johnny Borrell fotografato da Serena De Angelis

image_pdfimage_print

foto di Serena De Angelis

Johnny Borrell, già noto come cantante e chitarrista della indie-rock band Razorlight, arriva nel nostro paese con il suo progetto solista insieme al trio Zazou, per presentare l’album d’esordio “Borrell1”. In apertura, il cantautore lo-fi irlandese Pat Dam Smyth e la musicista americana Z Berg.Johnny_Borrell_Roma_17_Ottobre_2013_SDA_025

Pubblicato il 22 luglio 2013 per la Stiff Records/Virgin EMI, “Borrell1” è il primo lavoro in studio di Johnny Borrell dopo 5 anni. “Borrell1” è stato inciso in origine da Johnny su un registratore 4 tracce insieme a un gruppo di musicisti, tra i quali il bassista dei Razorlight Freddie Stitz, il sassofonista brasiliano Joao Mello e Darren Berry. Dopo aver presentato le canzoni live, Johnny ha deciso di registrarle nuovamente a Londra con il leggendario produttore Trevor Horn.

Dell’album Johnny ha detto: “La musica è semplicemente venuta in modo molto naturale. È un album nato nello spirito di una festa, e gli arrangiamenti per le canzoni riflettono quell’ atmosfera”. Borrell ha anche definito il disco “un album rock’n’roll senza basso e batteria, praticamente senza chitarre”. Sono infatti tastiere vintage, percussioni e assoli di sax i protagonisti di un disco in cui echi latini si fondono con un’attitudine bohemiènne.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *