Incubi celesti, tra realtà e inconscio

image_pdfimage_print

Di Cinzia Colella

L’infanzia e il sogno.  La realtà e l’inconscio. Dimensioni complementari  che convivono nell’ “io” latente – e a volte latitante – di ognuno di noi. Immagini scolorite, universi di zucchero candito e lunghi silenzi in attesa di risposte sono la trama narrativa dello stile di Nicoletta Ceccoli, celebrata dalla Doroty Circus Gallery di Roma con la mostra “Incubi celesti”, dal 29 ottobre al 23 dicembre.
La galleria sceglie di celebrare così il suo quarto anno di attività, ospitando questa personale interamente dedicata all’Alice di Lewis Carroll: la bambina nel paese delle meraviglie che con il suo stupore, le sue paure e le sue avventure incanta ancora oggi non solo i fanciulli. L’alone di magia che la circonda, infatti, risveglia il ricordo del tempo passato e attira verso quella dimensione che risiede – silente e immanente – nel fondo dell’anima. Ed è proprio di notte e di sogni che quella dimensione si alimenta.
Da qui la scelta di dare una forma morbida ai suoi personaggi, quasi rassicurante. Dove – però – sono i colori a ricoprire un ruolo emotivo centrale:  sono freddi, algidi, metallici, come se non si avesse il tempo per  metterli a fuoco e godere della brillantezza che emanano in natura. Volti di ceramica, sguardi fissi, spazi solitari e indefiniti, gestualità non compiute e ferme al momento prima del risveglio in cui tutto ricomincia da zero.
Fine del sogno, fine dell’incubo celeste. I mostri scompaiono, le paure si frammentano e vengono deposte  sotto vetro, in attesa di esser scrutate  in chiave psicoanalitica.
Ogni dettaglio delle dieci opere esposte(acrilici su carta) ha un senso, un ruolo determinante nel delicato passaggio dal sogno alla realtà, dall’infanzia all’età adulta. Lo spettatore non riesce a sottrarsi dal richiamo e dall’incanto delle atmosfere rappresentate, quasi come il canto di una sirena che lo ricongiunge intimamente al fanciullino.

Nicoletta ha illustrato numerosi libri principalmente in Italia, negli Stati Uniti, in Inghilterra.
Ha esposto sette volte alla fiera del libro per ragazzi di Bologna. I suoi disegni sono stati esposti anche a Roq la Rue (Seattle), Magic Pony (Toronto), Dorothy Circus (Roma), Richard Goodall Gallery (Manchester).
Ha ricevuto nel 2001 il Premio Andersen come migliore illustratore italiano dell’anno. Ha ricevuto quattro volte l’Award of excellence da Communication Arts.
Nel 2006 viene premiata con la silver medal da Society of Illustrators (New York).

Per maggiori info:

Nicoletta Ceccoli “Incubi celesti- Attraverso lo specchio”
29 Ottobre – 23 Dicembre 2010
Dorothy Circus Gallery
Via Nuoro 17 Roma

http://www.dorothycircusgallery.com/home.php

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *