Calcio in lutto. È morto il bomber Amadei, l’ottavo re di Roma

image_pdfimage_print

di Elisabetta  Rossi

E’ morto a 92 anni Amedeo Amadei, centravanti del primo scudetto della Roma nel 1942 e a lungo della nazionale, il piu’ giovane esordiente di sempre in serie A (giocò a 15 anni) e soprannominato per la sua enorme popolarità ”l’ottavo re di Roma”. image (2)
Erano gli anni del calcio in bianco e nero, del calcio fatto da persone normali come Amadei detto anche il “fornaretto”, mitico centroavanti che continuava a lavorare nel panificio di famiglia.
“La Roma si stringe attorno alla famiglia di Amedeo Amadei per la scomparsa del centravanti della squadra che nel 1942 conquistò il primo scudetto romanista”. Queste le parole di cordoglio del club alla notizia della morte di Amadei, icona della storia giallorossa, che ha vestito i colori della ‘Magica’ tra il 1936 ed il 1948 affermandosi non soltanto come straordinario realizzatore, ma anche come autentica bandiera, un simbolo riconosciuto e amato da generazioni di tifosi. Amadei, nato il 26 luglio del 1921 a Frascati, nel 2012 era stato votato ed inserito tra i primi 11 calciatori romanisti eletti nella Hall of Fame della società. I funerali si terranno martedì 26 novembre alle ore 15 presso la Cattedrale di S. Pietro a Frascati.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *