Domeniche di Dialoghi e Musica a Castello Ruspoli

image_pdfimage_print

Castello Ruspoli

Di Vanessa Mannino

“Ringrazio tutti voi che state partecipando con me ad un sogno nato nell’ozio di Vignanello. Sono convinta che in ogni posto c’è il suo spirito e lo spirito di questo posto è la musica.
L’idea di tale evento la ebbi in Brasile dove i musicisti conoscevano e studiavano già Francesco Maria Ruspoli.”
Con queste parole che la Principessa Giada Ruspoli inaugura l’inizio di “Domeniche di Dialoghi e Musica”, rassegna che include musica ed esperienze interdisciplinari inaugurata al Castello Ruspoli il 3 Ottobre.
A caratterizzare la giornata di domenica è stata la musica e la premiazione del concorso internazionale “Principe Francesco Maria Ruspoli”, concorso dedicato agli interpreti del Barocco nelle due sezioni: Flauto dolce e traverso e Musicologia.
Art Director della sezione strumentale è stato Kees Boeke, ma anche la giuria ha visto ospiti d’eccezione come Linde Brunmayr-Tutz, Mario Martinoli e Lorenzo Cavasanti.
Proprio Mario Martinoli ha premiato la vincitrice di quest anno della sezione strumentale: Ines Da Vena proveniente dal Brasile.
Ines ha incantato tutti gli ospiti del castello con la sua esibizione di circa un’ora con il suo faluto, grazie al quale ha riportato tutti nella lontana epoca Barocca.
La giuria della sezione Musicalogia è stata invece composta da Giorgio Monari (responsabile scientifico e presidente della giuria), Dinko Fabbris e Manuel Carlos De Brito.
Dinko Fabbris, insiema all’attuale Francesco Maria Ruspoli, ha premiato la vincitrice di questa sezione: Giulia Giovani, nata ad Orbetello, laureata in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso l’università di Tor Vergata e attualmente laureanda in Storia, scienze e tecniche della musica.
Giulia vedrà le sue opere uscire il prossimo anno in un unico volume dedicato al Principe Francesco Maria Ruspoli, ma per ora si deve “accontentare” di una piastra di bronzo che riproduce il Principe e un premio di 500 euro.
Domenica 10 ottobre, invece, la giornata sarà interamente dedicata al cinema, attraverso un programma che vedrà l’unirsi di esperienze locali e globali: uno sguardo fra Vignanello e il mondo, un cinema allargato, un cinema digitale insomma.
Durante tale giornata verrà presentato “MICRO SCREENING CINEVIDEO01 01 DIALOGHI ALLARGATI A VIGNANELLO”, un programma ideato da Rachel Rosalen e Rafael Marchetti.
I vari lavori presentano un’interpretazione quasi archeologica del mezzo cinematografico, che diventa unico mezzo di espressione dei territori globali e locali, dei luoghi e dei non-luoghi. La selezione di tali lavori spetta anche in questa domenica ad ospiti d’eccezione, ma soprattutto ad ospiti internazionali.
La kermesse al Castello Ruspoli proseguirà per tutto ottobre con un ricco programma culturale che si occuperà anche di teatro e poesia.

Anna Esposito

Partenopea, agnostica, grafomane appassionata di politica e di buon vino. Non correggo il caffè. Direttore editoriale di Itali@Magazine.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *