Jesus Christ Superstar: ovazione al Sistina di Roma

image_pdfimage_print

di Marina Capasso

Ancora in scena al Teatro Sistina di Roma, fino al 31 maggio, lo straordinario musical Jesus Christ Superstar, per la regia di Massimo Romeo Piparo. Il pubblico entusiasta ammira come protagonista il Gesù originale, l’attore americano Ted Neeley, che ha confermato, con una voce “da Dio”, la sua storica perfezione vocale, jesus-christ-superstar-musical-teatro-sistina-roma-scena-2trascinando la platea in una spontanea standing ovation al momento del brano I only want to say. Altro grande protagonista, Giuda, interpretato dall’esordiente Feysal Bonciani, appare come immagine inquietante e disperata, oscillante tra la figura di vittima e quella di carnefice, capace di trasmettere a pieno questi suoi combattuti stati d’animo. Sul palco ci sono anche l’acclamato Shel Shapiro, che impersona il ruolo di Caifa, mentre la nostra splendida Simona Molinari, interpretando il ruolo di una dolce e amorevole Maria Maddalena, incanta con la sua melodiosa voce e la sua delicata presenza. Paride Acacia recita nei panni di Hannas ed Emiliano Geppetti in JCS4-20140417-162343quelli di Simone. Il tutto completamente immerso nelle strepitose musiche dell’orchestra, fusa con i componenti dei Negrita, con le chitarre di Drigo e Cesare Mac, presenti fisicamente sul palco per tutta la durata dello spettacolo e grandi protagonisti del musical. Bella e inaspettata anche l’interpretazione del frontman Pau, che interpreta in modo personale e stravagante il ruolo di Ponzio Pilato. Sul palco si sono, inoltre, susseguiti ventiquattro tra acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini, che hanno trasmesso una energia esplosiva e contagiosa, tanto da trascinare tutto il pubblico in una danza gioiosa. Il successo del musical sta, forse, proprio in questo particolare connubio tra i rimandi rock dei Negrita, le coinvolgenti coreografie di Roberto Croce, le scenografie di forte impatto emotivo e la travolgente bravura dei protagonisti.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *