La musica italiana e i “Cantieri Musicali”

image_pdfimage_print

Di Alessandro Gatta

Ci sono tanti giovani cantanti o cantautori che non sanno come iniziare per far conoscere la propria arte e il proprio mondo artistico.
I vari tentativi di approcciare al mondo della musica falliscono continuamente, aleggiano confusione e preconcetti sia nei confronti delle vecchie case discografiche, sia nei confronti dei nuovi gruppi di lavoro che possiamo definire i veri “talent scout” della musica.

Giorgia

Giorgia

Cantieri Musicali ” è un gruppo storico della realtà musicale italiana che ha lanciato artisti come Giorgia e Marco Mengoni, tanto per citarne alcuni, oggi sta promuovendo e producendo il lavoro di giovani artisti come gli AULA 39 e il giovane Manuel Cardella.
Spesso gli artisti iniziano con il gruppo “Cantieri musicali” per poi approdare verso nuovi orizzonti ma l’inizio, quello duro, quello della gavetta che porta (o meglio ha portato, nel loro caso!!!) ai primi “veri” successi, avviene lavorando su ogni minimo dettaglio, come ci ha dichiarato il produttore Stella Fabiani che oltre a tutto è anche la creative director del gruppo.
Stella ci racconta come abbia condiviso minuto dopo minuto, ogni attimo, della vita del campione di X factor e di Sanremo,
Marco Mengoni

Marco Mengoni

Marco Mengoni: Il Re matto, ai suoi esordi era un grande lavoratore così come Giorgia, che ancora oggi ha mantenuto un ottimo rapporto con il duo storico Massimo Piero e Stefano Calabrese, produttori e autori di alcuni brani storici della tradizione italiana.
Team Cantieri Musicali

Team Cantieri Musicali

Il team è composto sul modello internazionale da Silvia e Jacopo Villevieille Bideri che si occupano del management, dal regista Daniel Zed, fino alla fotografa ufficiale Agnese Divico Rubini e a Alessandro Calzetta. Un gruppo di lavoro di questo tipo ci indica innanzitutto che i ruoli tradizionali nella gestione dell’arte e della cultura stanno cambiando, così come le strategie di marketing.
Il web e i video presenti ovunque, hanno sostituito l’egemonia delle tv generaliste e le major stanno stringendo i denti sempre di più impaurite di perdere quel controllo che non sempre ha portato alla realizzazione di prodotti artistici di alto livello.
Il futuro sembra proprio essere quello di questi gruppi di lavoro che potrebbero sostituirsi ai grandi “egemoni” che detenevano il potere assoluto fino a pochi anni fa.
Cantieri Musicali lavora con l’anima, io stesso sono andato a trovarli nella fase creativa, quando gli artisti provano e riprovano, mentre Manuel Cardella cantava i nuovi brani e i giovanissimi Aula 39. Quante volte abbiamo riso e ci siamo commossi nello stesso tempo ricordando i protagonisti de “L’attimo fuggente ” perché con Stella Fabiani ci siamo resi conto dell’analogia dei giovani componenti della boy band con i protagonisti del film cult degli anni ’90.
Un team che rende gli artisti “autori” pur essendo a volte solo interpreti. Si pensi al grande Alex Baroni, i brani dei “calabrese” interpretati dal giovane artista ti entrano nel cuore senza troppi giri di boa. Sì, perché Alex era in sintonia con il mondo produttivo e creativo de “I Cantieri Musicali” e quindi riusciva a toccare quelle corde dell’artista che in altri ambiti sarebbero rimaste sepolte. Invece cosi riusciamo a godere di quell’arte e di quella bellezza di cui il mondo ha davvero necessità. Grazie!
Aspettiamo nuovi grandi emozioni dal team “Cantieri Musicali “.

Stefania Taruffi

Stefania Taruffi

Laureata in Lingue, co-fondatrice di Itali@Magazine. "Fare cultura" è la sua passione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *