Questa sera a Roma un originale lavoro teatrale: “Luoghi lontani, itinerari..altri. Sinfonie dal profondo”

image_pdfimage_print

di Stefania Taruffi

Suggeriamo uno spettacolo molto originale e ricco di emozioni, sotto la Direzione artistica di Giuseppe Palazzo, questa sera a Roma dalle ore 19 fino a notte fonda, per immergersi in un percorso teatrale e musicale dai toni esotici, un viaggio attraverso la propria anima e l’anima mundi.

Barbara sankDalla concretezza e verisimiglianza del viaggio a itinerari a ritroso nei territori dell’anima, passando per la presa di coscienza di una pienezza di vita. Chiara metafora di scandaglio interiore, di percorsi individuativi volti alla conoscenza del Sé, il tema del viaggio, non nuovo alle rappresentazioni teatrali, è qui riproposto come risonanza intima di vissuti emozionali contrappuntati, a guisa di spartito musicale, da citazioni e frammenti espunti da un tesauro di figure e memorie emblematiche. Utilizzando un linguaggio aforistico-evocativo aperto alla dialogicità empatica nello spazio della fruibilità partecipata, la narrazione scenica si dipana attraverso contaminazioni semantiche e stilemi espressivi diversi. Imprescindibile e centrale appare pertanto il riferimento al viaggio per antonomasia, in ragione della sua costellazione mitica, quale nel Moby Dick di Melville, e alla sua ricca simbologia e polisemia di significati, nell’eterna lotta tra l’uomo e le forze oscure che lo agitano, come chiave di lettura di un monologo pregno di suggestioni psicologiche e domande di senso. Lavoro e struttura aperta quindi, rifleBADARA SECKtte la disomogeneità speculare di stati di coscienza delineati nella forma di assoli e intonazioni, in una jam session affabulatoria che squarcia costrutti di tonalità e afferenze fonetiche offrendosi a significazioni plurime, come diversificate e plurime scorrono le singole esistenze.

Programma della serata:
h 19 Spettacolo teatrale (ingresso gratuito)
Luoghi lontani, itinerari…altri. Sinfonie dal profondo
monologo di Ezio Coppa – musiche di Nino Bianchi

h 20 Aperitivo mediterraneo in giardino (euro 5)

h 21 Concerto live “BADARA SECK & La Penc”, musica tradizionale africana (ingresso euro 10). Apre il concerto ANNA MANCINI – acoustic guitar
dj set a seguire

Il 50% dell’incasso andrà al sostegno delle attività di Teatroterapia del Teatro Patologico

BADARA SECK
Vocalist e autore senegalese proviene da una famiglia di griots, i cui membri sono poeti e cantori che svolgevano e svolgono funzioni centrali, tra cui l’importante ruolo di tramandare le ricche tradizioni orali, nelle società dell’Africa centro occidentale.
Ha iniziato a cantare in giro per il mondo fin da giovanissimo partecipando ai più importanti festival internazionali;
In Italia, dove sono numerose le sue apparizioni televisive nelle trasmissioni RAI, ha collaborato con artisti del calibro di Ennio Morricone, Mauro Pagani, Paolo Fresu, Rita Marco-Tulli, Raiz, Stefano Di Battista, Ornella Vanoni, Pino Daniele, Fiorella Mannoia, Massimo Ranieri con cui ha realizzato l’album “Oggi e domani” che gli è valso il disco d’oro e di platino.
E’ stato scelto come unico degno sostituto della grande Miriam Makeba per la voce solista della famosa “Messa Luba”.
Badara Seck fa parte della nuova generazione dei griots che hanno girato il mondo ma che non intendono rinunciare alla loro identità né a un ruolo attivo nelle trasformazioni dell’Africa e degli Africani: le sue canzoni e i suoi progetti musicali ne sono una testimonianza straordinaria.

Domenica 25 maggio TEATRO PATOLOGICO Via Cassia, 472
Informazioni: 389 4290799

Stefania Taruffi

Stefania Taruffi

Laureata in Lingue, co-fondatrice di Itali@Magazine. "Fare cultura" è la sua passione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *