cristiana3

Il potere dell’Essenza

image_pdfimage_print

di Mario Masi

Ognuno è maestro di se stesso.  Il seminario organizzato da DyNAmis Life e condotto da Cristiana Zanello e Fabrizio Elviretti ha avuto come obiettivo quello di rivelare il potere dell’Essenza.

cristiana3

Cristiana Zanello

Cristiana Zanello, counselor ad indirizzo bioenergetico e psicosomatico ha invitato i partecipanti a risvegliare il potere che è in tutti noi.  Chi sono io? Viviamo la nostra vita o quella di qualcun altro? Qual è lo scopo della nostra vita?

La Zanello rileva come la condizione attuale delle nostre esistenze risulti condizionata da credenze limitanti per cui è diventa necessario lavorare sulle proprie risorse. Il Ben-essere si raggiunge attraverso il pieno equilibrio fra due energie, Ego e Essenza.

L’Ego mira alla sopravvivenza, a ottenere beneficio per se. Chi vive nell’Ego vive nella sfida, nella competizione. E’ avere per essere. Porta ad una separazione interiore, ad un conflitto perenne. L’identificazione in un ruolo comporta dei blocchi energetici e la malattia diventa una metafora. L’attacco di panico è al tempo stesso la celebrazione e la morte dell’Ego.

L’Essenza – spiega Cristiana Zanelllo – consiste nell’essere per avere. Mira a portare nel mondo le proprie qualità. Viene superata la dualità bello-brutto. Si verifica un allineamento con lo scopo della vita e con il ruolo sociale.

Il punto di equilibrio fra Ego e Essenza è nelle ‘presenza’, nell’essere concentrati in se stessi, nel sentire le emozioni ma non indentificandosi nelle emozioni.  Si acquista la consapevolezza che la mappa non è il territorio e dal re-agire si passa al pro-agire.

E’ necessario trovare la motivazione, che non è allontanarsi dal dolore e andare verso ciò che piace. L’obiettivo è trovare l’ispirazione, che va oltre il piacere e il dolore, li comprende entrambi ma li trascende. E l’ispirazione nasce con l’allineamento con la propria Essenza.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *