Koppel, Colley, Blade Collective all’Alexanderplatz

image_pdfimage_print

Mercoledì 1 ottobre, è atteso all’Alexanderplatz uno dei concerti più attesi di tutta la nuova stagione, quello dei trio di Brian Blade con Scott Colley e Benjamin Koppel. Brian Blade è considerato uno dei batteristi più importanti del ventunesimo secolo e ha pubblicato da poco il suo ultimo album con The Fellowship Band. Il suo nome è affiancato a quello di Brad Mehldau, Joshua Redman e a cantanti come Bob Dylan, Joni Mitchell e Marianne Faithful, senza dimenticare la sua firma nell’inarrivabile quartetto di Wayne Shorter. L’eccezionale trio composto dal sassofonista Benjamin Koppel, dal contrabbassista Scott Colley e dal batterista Brian Blade presenterà in anteprima i brani inediti del prossimo album che uscirà a febbraio del prossimo anno. 7Koppel e Colley avevano lavorato già insieme, ma quando si è unito Blade, qualcosa di magico è accaduto. Insieme hanno suonato in un modo che farei sentire che hanno lavorato insieme tutta la loro vita. La creatività di Blade, si mescola perfettamente con le forti improvvisazioni di Colley, con il lirismo del sax di Koppel. Benjamin Koppel è uno dei più premiati musicisti della sua generazione. Ha pubblicato più di 30 cd come band leader e vanta collaborazioni con Paul Bley, Miroslav Vitous, Phil Woods. Nel 2011 Koppel ha ricevuto il titolo di “cultural knight of France” per il suo grande contributo al jazz francese tramite collaborazioni con Daniel Humair e molti altri.  Il nome di Scott Colley è affiancato a leggende del jazz come Herbie Hancock, Jim Hall, Andrew Hill e Michael Brecker. Le sue abilità, il forte senso melodico e la capacità di improvvisazione lo hanno servito bene in gruppi guidati da colleghi Chris Potter, John Scofield, Adam Rogers, Brian Blade, David Binney e Kenny Werner.

 

Info: www.alexanderplatzjazzclub.com

UFFICIO STAMPA

GUIDO GAITO

guido@gaito.it

Tel. +39 06 80690539

Mob. +39 329 0704981

Marina Capasso

Marina Capasso

Laureata in Scienze della Formazione Primaria e dottore di ricerca in Pedagogia della Formazione. Lavora come insegnante di sostegno nella scuola primaria. Appassionata di musica jazz.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *