Il Roma Jazz Festival parte in grande con Kenny Barron e Dave Holland

image_pdfimage_print

di Marina Capasso

Ieri sera, ad aprire il Roma Jazz Festival, sul palco della sala Petrassi dell’Auditorium, un duo d’eccezione.untitled Al pianoforte Kenny Barron, compositore, arrangiatore e insegnante americano. Al contrabbasso, Dave Holland, compositore  inglese. Entrambi vantano una onorata carriera che dura da più di cinquant’anni e che li ha visti collaborare con i più grandi nomi del jazz internazionale. Da John Coltrane a Dizzy Gillespie, da Miles Davis a Thelonius Monk, in onore del quale hanno interpretato “In Walked Bud”, del 1947, scelto come brano di chiusura della serata.7 Non è mancato, con “Waltz For K.W.”, un pensiero ed una dedica al grande trombettista canadese Kenny Wheeler, scomparso da pochi mesi, con il quale i due musicisti hanno lavorato in passato. Alle dolcissime e malinconiche note dedicate a Wheeler sono seguite quelle della magica ballad “Rain” e non è mancata la ritmica armonia di una meravigliosa “Calypso”. Una serata all’insegna della melodia e dell’eleganza, un modo per avvicinarsi a due “mondi” sconfinati di maestria ed emozioni. D’altronde non ci si poteva aspettare altrimenti da questi due titani del jazz di così grande calibro che, con la loro carriera, hanno scritto un pezzo di storia della Musica internazionale.

Marina Capasso

Marina Capasso

Laureata in Scienze della Formazione Primaria e dottore di ricerca in Pedagogia della Formazione. Lavora come insegnante di sostegno nella scuola primaria. Appassionata di musica jazz.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *