Ice: al via la webseries contro i pregiudizi

image_pdfimage_print
Venerdì 30 Gennaio 2015 @Planet Alpheus (via del Gazometro, Ostiense)
Proiezione puntata pilota + live concert CalypsoChaos
In Italia sembra che tutti i giochi siano fatti, che alcuni mercati siano saturi o preclusi a chi si sottrae dalle torbide dinamiche che li regolano.

Se sei un artista devi scendere a compromessi, incanalarti in un genere preciso, partecipare a talent show e spesso lasciare che altri determino la tua stessa identità. Se sei omosessuale è più o meno la stessa cosa: genere ed identità spesso sono decisi da chi ti circonda, come se la società quasi si aspettasse che un gay deve essere effeminato e isterico e una lesbica mascolina e perennemente con la camicia a quadri. Forse il contesto in cui viviamo quasi si sente a suo agio con certi clichè, perchè bombardato solo da questi stereotipi comincia a conoscerli e riconoscerli.  Ma ci avete mai pensato che forse il medico che vi sta salvando la vita o l’avvocatessa che si batte per la vostra causa sia in realtà omosessuale? Che una cantautrice italiana possa staccarsi completamente dall’immagine vista e rivista di un chitarra e voce intimo e quasi sempre lagnoso? Che una band di sole donne possa essere composta da musiciste con le contropalle, bone, ma che nonostante questo amano esibirsi vestite invece che nude e magari sedute visto che sanno anche suonare per davvero?ice
Da questi ed altri spunti provocatori nasce “Ice“: una webseries rivoluzionaria per la sua concezione e prima in Italia a rappresentare un metodo alternativo di promozione artistica senza tirarsi indietro dall’attraversare tematiche delicate come l’omosessualità e scomode come la precarietà sul lavoro o la dilagante incomunicabilità ai tempi della cultura social.
E’ un progetto che vuole rappresentare un’alternativa concreta per talenti emergenti che uniscono le forze e inventano un metodo per svincolarsi dai classici percorsi speculativi che ruotano intorno alla musica, al cinema e all’arte in generale.
“Ice” chiama cose e persone con i loro nomi, rappresenta in maniera cruda e disincantata i meccanismi anche sentimentali legati all’ascesa di una cantante emergente e della sua band, passa attraverso contratti di lavoro sempre più precari e racconta di amori omosessuali nella loro più assoluta normalità.
Perchè forse è proprio questo che stiamo perdendo di vista oggi in qualsiasi ambito: la volontà di avvicinarsi e di conoscersi senza pregiudizi, la magia della condivisione faccia a faccia. Forse è vero che in certe circostanze gli artisti e i musicisti in primis non saranno mai fratelli.
Ma sorelle sì!

Evento lancio venerdì 30 Gennaio 2015 presso il Planet Alpheus (via del Gazometro, Ostiense) powered by RedBull & GIAM (GayVillage)

Proiezione puntata pilota + live concert CalypsoChaos
Per info e inviti scrivete anche a

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *