Vicenza: Tutankhamon, Caravaggio, Van Gogh. La sera e i notturni dagli egizi al Novecento

image_pdfimage_print

di Marzia Santella

Si schiude come un bellissimo fiore Vicenza per mostrarsi al mondo attraverso una mostra davvero imperdibile: “TUTANKHAMON CARAVAGGIO VAN GOGH. LA SERA E I NOTTURNI DAGLI EGIZI AL NOVECENTO” allestita nel salone superiore della Basilica Palladiana, aperta dal 24 dicembre 2014 al 2 giugno 2015. Oltre 100 mila prevendite già da ottobre parlano di un successo strepitoso. L’M_basilica01evento è stato ideato e curato da Marco Goldin per Linea d’Ombra e rappresenta un viaggio storico, artistico e culturale sul tema della notte. Lo stesso ideatore ha spiegato: “Volevo raccontare una perdita che si avvicinava e che infine è avvenuta. E volM_caravaggio_008evo farlo evocando i colori della notte nella luce del crepuscolo di una prima sera che viene. Mi sembrava bello poter chiamare accanto a me tanti artisti che nella notte si eran perduti dipingendo”. Una tale poetica premethssa ha dato vita ad una mostra magnifica. Quattordici sale ospitano 113 opere di inestimabile valore provenienti da 30 musei di tutto il mondo. L’esposizione è suddivisa in sei sezioni in cui le sfaccettature della notte si confondono con gli stati d’animo degli autori, con il sentire dei visitatori. Potrete ammirare, oltre a Caravaggio e Van Gogh: Rembrandt, El Greco, Tiziano, Matisse, Monet, Munch, Cézanne, Gaugin, Turner, Rubens, Corot, Klee e molti altri. Si susseguono, per i visitatori,  i capolavori che raccontano la notte nell’intera storia dell’arte dall’antico Egitto, al Cinquecento, Seicento fino al Novecento in un crescendo di profonda emozione. Abbandonatevi all’arte più magnifica. Leonardo Da Vinci affermava: “La pittura è poesia che non si sente” aprite gli occhi quindi, Vicenza v’attende! 

Marzia Santella

Marzia Santella

Laureata in Scienze Politiche, è scrittrice di romanzi e giornalista pubblicista. Collabora con Itali@ Magazine e con il quotidiano La Voce di Rovigo. Tratto distintivo: una passione sfrenata per l'arte, la musica e la fotografia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *