Elisabetta e Fancy

Un selfie in occhialini e cuffia. Tutti insieme per Elisabetta Fusi!

image_pdfimage_print

Solo in Italia ogni giorno si scattano ben un milione di selfie. Da soli o in gruppo, con facce buffe o serie e con sfondi che spesso in una foto tradizionale apparirebbero inconsueti se non fuori luogo (quanti hanno provato almeno una volta a scattarsi un selfie davanti allo specchio del bagno?).

E non chiamiamoli autoscatti. I selfie infatti nascono nell’era degli smartphone e dell’immediatezza 2.0 in cui impressionare nel formato pixel il proprio volto ha lo scopo prioritario di condividerlo potenzialmente con tutto il resto del mondo. Una sorta di conferma della propria esistenza, qui ed ora.Elisabetta e Fancy

Come la multimedialità in genere, tutto dipende dall’uso che se ne fa. E infatti anche quello che può apparire come un banalissimo scatto al proprio volto può diventare uno strumento potente per lanciare un messaggio.

Da giorni la pagina del gruppo Facebook “Tutti insieme per Elisabetta Fusi” si sta riempiendo di selfie davvero speciali. Prerogativa per poterne pubblicare uno? Una cuffia e degli occhialini da piscina. Perché? Ve lo starete di sicuro domandando.

Elisabetta Fusi è un’ex nuotatrice romana che conta ben 25 presenze in Nazionale oltre ad un titolo Italiano Assoluto nei 200 metri stile libero, una partecipazione ai Giochi Olimpici del Mediterraneo e una Medaglia di Bronzo al Valore Atletico conferita dal Coni a fine carriera.

Elisabetta ha una vita intensa tra famiglia, la collaborazione giornalistica con alcune testate del territorio e le sue passioni come la moto, il nuoto (ovviamente) e l’organizzazione di eventi e manifestazioni per lo sviluppo artistico e culturale del territorio in cui vive. Una vita sempre in movimento che forse si rallenta, ma certo non si ferma davanti alla scoperta di un carcinoma al seno lo scorso ottobre.

Elisabetta si trova all’improvviso a convivere con la paura, sentimento che però lei decide di affrontare con un’arma che definisce “micidiale e sottile”: l’ironia.

Dopo l’operazione e i sei mesi di chemio, con tutte le conseguenze fisiche e psicologiche che solo chi sta vivendo o ha vissuto qualcosa di simile conosce, eccola decidere di mostrare il proprio volto su Facebook con un foulard per abbattere il tabù, ancora troppo radicato nella nostra società, della malattia.

Elisabetta decide di sfatare questo mito e dimostra che in un momento come questo non è d’obbligo vivere blindati in casa e non mostrarsi in giro, come se si fosse degli alieni.

No, la vita va vissuta e dopo quella foto Fancy, la migliore amica di Elisabetta, decide di indossare una bandana e di farsi selfie con lei e di pubblicarlo sottotitolandolo con un “io sto con te”.

La cosa non è certo finita lì perché da quel momento il selfie in occhialini e cuffia da piscina è diventato praticamente virale al punto da decidere di creare un gruppo su Facebook dove poter contenere tutte le dimostrazioni di affetto della gente. La spinta decisiva parte dalle “colleghe d’acqua” Laura Filosini, Silvia Forti, Lucia Vigliano e Barbara Marangoni.

Scorrendo i tantissimi post possiamo trovare amici di Elisabetta, nuotatori che si ritraggono in piscina, gente comune che si scatta una foto fuori dall’acqua. Tra i volti troviamo anche quelli di alcuni personaggi famosi che non si sono certo tirati indietro dal dimostrare affetto e dare un incoraggiamento ad Elisabetta Fusi e supportarla nella battaglia che sta conducendo a testa alta.

Tra loro ci sono Massimiliano Rosolino, Luca Marin, Tania e Giorgio Cagnotto, Andrea Toniato, Marcello Guarducci, club di nuoto di tutta Italia e scatti provenienti dall’estero.

Ma non ci sono solo sportivi. Tra i selfie troviamo Christian Zicche direttore di Swimbiz, la cantante Elisa, Luciano Ligabue, Elenoire Casalegno, Luca Betti. E siamo sicuri che nei prossimi giorni altri volti noti si faranno immortalare per questa buona causa.

Ma il selfie virale a quanto pare non sarà l’unica iniziativa per sensibilizzare la società al difficile tema del cancro e delle ripercussioni nelle vite di chi lo sta combattendo. Infatti c’è già in cantiere

una nuova idea. Una vera e propria mobilitazione collettiva. Un selfie di gruppo con occhialini e cuffia che possa contenere il numero più alto di persone.

Nel suo ultimo post Elisabetta Fusi annuncia “Immagino di potervi ospitare tutti ad Anzio, in un pomeriggio di metà maggio, con lo spirito goliardico ed inarrestabile, che traspare da questo delirio virtuale. Immagino di indossare tutti cuffia e occhialetti, di schierarci in una massa collettiva, e farci un mega selfie tutti insieme. Tutti insieme (…) per chi ha qualcosa da festeggiare, per chi non c’è, ma è come se ci fosse, e per chi lotta, ogni giorno. Perchè anche un solo giorno, è un giorno di vita.
E immagino che io possa iniziare a realizzare quest’idea”.

Ma può una come Elisabetta Fusi non riuscire anche in questo intento?

Noi siamo sicuri di sì e non ci lasceremo sfuggire questa grande manifestazione collettiva di affetto.

Per gli aggiornamenti, guardare la galleria di immagini già presenti e postare un vostro selfie non serve altro che iscriversi al gruppo Facebook “Tutti insieme per Elisabetta Fusi”.

Forza Elisabetta, anche Italia Magazine è con te!!

di Caterina Ferruzzi

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *