Fabrizio Gifuni e l’Ingegner Gadda “tornano” alla guerra

image_pdfimage_print

di Monica Bonora

Inizia il conto alla rovescia. Torna in scena l’attesissima rappresentazione teatrale L’Ingegner Gadda va alla Guerra o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro, al Teatro della Pergola di Firenze dal 24 al 29 marzo 2015. Oltre al grande successo consolidato nel corso degli anni, Fabrizio Gifuni autore e attore dello spettacolo, vinse nel 2010 i premi più prestigiosi della scena italiana.
Come sarà l’Ingegnere dopo l’ intensa esperienza di Lehman Trilogy, terminata da pochi giorni, e l’incontro con il grande maestro e regista della rappresentazione Luca Ronconi?
GADDA COPERTINA 2Il Teatro corre verso il “tutto esaurito”. Ma questo è ciò che contraddistingue gli spettacoli di Fabrizio Gifuni. Il suo pubblico lo adora e quando applaude lo fa sentitamente, si avverte. Il magnetismo di Fabrizio è impossibile da descrivere. Lo scambio energetico che ha con il pubblico è un tale coinvolgimento che sembra una danza dervisha. Una sorta di esperienza mistica. Le parole da lui pronunciate attraversano i corpi. E fanno piangere senza sapere il perché. Stendhal con la sua sindrome, forse lo saprebbe dire meglio. O forse Rossini che con i suoi crescendo faceva svenire le signorine a teatro. Con Gifuni si sprofonda in uno stato ipnotico dove le parole creano incantesimi. Si potrebbe azzardare qualche paragone con altri grandi attori del teatro italiano. Ma Fabrizio Gifuni ha uno stile tutto suo. Sarà la straordinaria versatilità che nei suoi articolatissimi monologhi si esprime tutta insieme? O forse il campo magnetico che crea tra se e il pubblico? Certamente, tornando a Gadda, il corpo costruisce un percorso originale intorno all’opera di un grande autore.
GADDA 3L’ingegner Gadda va alla guerra o della tragica istoria di Amleto Pirobutirro, secondo capitolo di quella “antibiografia di una nazione” scritta da Fabrizio Gifuni e diretta da Giuseppe Bertolucci, è una splendida sintesi di immaginazione e rimandi storici. Dopo ‘Na specie de cadavere lunghissimo dedicato a Pasolini, che nella passata stagione ha ridisegnato la sala della Pergola, Gifuni continua il discorso guidato dalla lingua e dal pensiero di uno dei più grandi scrittori del ‘900, Carlo Emilio Gadda. Un monologo ritmico, incalzante, parola creativa e lucida, a tratti di comicità irresistibile, che guarda in volto lo spettatore e lo travolge. “L’ingegner Gadda va alla guerra si presenta al pubblico come un atto utile a chiunque, oggi, voglia provare a riannodare i fili di una tela in brandelli – scrive Gifuni – la tela di un Paese chiamato Italia”. I Diari di guerra e di prigionia, resoconto fedele della partecipazione di Gadda alla prima guerra mondiale, e l’esilarante Eros e Priapo, scritto-referto sulla psicopatologia erotica del ventennale flagello fascista, insieme all’Amleto di Shakespeare, sono vissuti in scena in un unicum d’interpretazione fisica: una perfetta padronanza dello spazio e una voce capace di amplificare il senso. Un viaggio che ci conduce fino al nostro presente, alla scoperta di un popolo mai cresciuto. E, in ultima analisi, di noi stessi.
GADDA 4Nelle sue molteplici vite artistiche, Fabrizio Gifuni è stato anche Paolo VI, Alcide de Gasperi, Aldo Moro, Franco Basaglia ed infine Emanuel Lehman nell’ultimo capolavoro di Luca Ronconi. I ruoli di Fabrizio Gifuni e le storie che i suoi personaggi raccontano, sono sempre di interesse sociale. Lui forse non lo sa ma oltre ad essere un grande attore è anche un Maestro.

Fabrizio Gifuni
L’INGEGNER GADDA VA ALLA GUERRA o della tragica istoria di Amleto Pirrobutirro
Teatro della Pergola – Firenze
da martedì 24 a domenica 29 marzo
martedì-sabato ore 20.45 / domenica ore 15.45
un’idea di Fabrizio Gifuni
da Carlo Emilio Gadda e William Shakespeare
regia Giuseppe Bertolucci

Stefania Taruffi

Stefania Taruffi

Laureata in Lingue, co-fondatrice di Itali@Magazine. "Fare cultura" è la sua passione.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *