locandina JANARA2

L’horror “Janara” al Fantafestival

image_pdfimage_print

di Giorgia Di Saverio

Uno dei numerosi film di punta della 35esima edizione del Fantafestival al cinema Barberini di Roma è “Janara”.locandina JANARA2

Il film è ambientato in un paesino della provincia di Benevento, San Lupo, nel quale da un po’ di tempo spariscono i bambini. La polizia crede si tratti di un pedofilo ma la gente del paese ha paura che a portare via i loro figli sia la Janara, una strega. Esiste infatti un’ antica leggenda su una Janara messa al rogo mentre era incinta, la quale avrebbe maledetto gli abitanti del paese a non poter crescere la loro prole.
Marta e Alessandro sono una giovane coppia che aspetta un figlio da poche settimane. Arrivano a San Lupo per delle questioni testamentarie legate alla morte del nonno di lei e si trovano invischiati in una faccenda dai contorni sempre più macabri. Marta capisce che il suo legame con la leggenda della Janara è tutt’altro che lontano e la voglia di scappare via è grande, ma è forte anche il desiderio di fermare questo spirito che si impossessa del bene più prezioso delle famiglie. Per farlo però, dovrà mettere in gioco la sua vita e quella del bambino che porta in grembo.

Alla proiezione erano presenti il regista Roberto Bontà Polito, insieme ai protagonisti Laura Sinceri e Alessandro D’Ambrosi, oltre che al produttore e sceneggiatore Alessandro Riccardi.

“Film indipendente, meravigliosamente gestito, miracolosamente strutturato, tirato su con grande passione e dedizione da una serie di professionisti con il quale abbiamo avuto la fortuna di collaborare. In molti progetti, il film va in porto e viene realizzato bene, però non si crea una magia che invece qui c’è stata. Ho avuto la fortuna di conoscere delle bellissime persone, è stato, nonostante fosse un film horror, uno dei set più divertenti della mia vita, ridevamo sempre ed era molto complicato entrare dentro le situazioni quando bisognava esser seri” spiega Alessandro D’Ambrosi, il quale interpreta il marito della protagonista.

janara_bamb“L’incontro con la Janara è un incontro inaspettato, non è il solito incontro con il mostro del film horror” spiega Laura Sinceri. Mettere in scena una vecchia leggenda e ambientarla in un classico paesino italiano è un’idea geniale e creativa, poiché inserisce la realtà italiana nel mondo dell’horror.

Il punto forte del film sono indubbiamente le musiche composte e dirette da Sandro Di Stefano, registrate a Sofia con la Bulgaria radio orchestra. “Il film ha già una distribuzione e un video, che a settembre sarà in vendita, e stiamo negoziando vendite televisive. C’è stata un’uscita cinema il 16 aprile scorso, nonostante non fosse prevista ma quando a Benevento abbiamo fatto l’anteprima avevamo preso una sala per 300 posti e si sono presentate 1000 persone”per tale motivo il film merita indubbiamente il premio Fantafestival.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *