Quell’arcobaleno social che spaventa il conformismo