cristina plevani1

Anche noi donne parliamo di sesso

image_pdfimage_print

di Cristina Plevani

Anche noi donne parliamo di sesso. La maggior parte delle volte in modo goliardico con battute ridendo e scherzando sulle nostre esperienze. Eh si, quando siamo in canna siamo peggio degli uomini. Ma ci sono volte che l’argomento sesso diventa occasione di confronto, dove l’uomo viene scansato, dove il punto focale diventa come lo viviamo, cosa vogliamo, cosa cerchiamo.

E non sempre lo cerchiamo. Siamo donne, non sentiamo il bisogno fisiologico di fare sesso. Siamo donne, siamo in grado di vivere senza sesso per mesi e mesi. Stupore? Per qualcuno si. Per noi (per me) no. A me capita, anche più spesso di quanto si possa immaginare. Non frequenti nessuno, non ti interessa nessuno, non ti piace nessuno, la tua mente non fantastica il tuo corpo non reagisce. Il tuo basso ventre entra in coma vegetativo. E i mesi passano. E il bello (o lo strano) è che non ci pensi. Te ne rendi conto quando scattano le battute con le amiche e inizi a calcolare a ritroso quando è stata l’ultima volta. Una gara tutta al femminile. Siamo tante nella stessa condizione.cristina plevani1

Parliamoci chiaro, ognuna di noi ha nell’agenda il numerino di telefonino di colui che definiamo “trombamico”, ma non sempre lo utilizziamo. E quando lo digitiamo diventiamo un pò uomini: solo una questione fisica, solo sesso, solo uno sfogo. Il giorno dopo ti svegli (da sola,non sia mai che ti venga in mente di dormire con me) e non ti è rimasto niente del gioco di corpi della notte prima. Allora ti chiedi: ma noi cosa vogliamo? Me lo chiedo forse perchè sono single e ho già girato la boa dei 40 anni. Me lo chiedo perchè mi rendo conto che le esigenze di donna non sono più le esigenze di ragazza. Me lo chiedo perchè spesso mi appaga di più un incontro di menti che un incontro di corpi. Me lo chiedo perchè ho alle spalle esperienze positive e negative che posso mettere sulla bilancia.

Detto questo il mio pensiero va al fenomeno letterario 50 Sfumature di Grigio (che io non ho letto). Libro che ha mosso la fantasia di milioni di donne. Donne che si sono eccitate leggendo un sesso violento e maschilista. Va beh,     lui era figo e ricco. Lei una sfigatina. Un classico. Sono strana io? Mi chiedo anche questo. Se lo sono ho contagiato la cerchia di amiche perchè siamo in molte sulla stessa barca. Ah, naturalmente questo sfogo di parole è fatto da una single. Mi auguro che le accoppiate non stiamo mesi a guardarsi nelle palle degli occhi coi propri uomini. Spero che loro abbiano la giusta intesa mentale e fisica da potersi attaccare veramente ai lampadari mentre fanno l’amore.
Siete forse rimasti delusi dalla mia vita sessuale perchè mi vedete sempre e solo come la ragazza che dopo 5 giorni ebbe un rapporto nella casa del grande fratello? La vita non è sempre un reality. Anzi,non lo è.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *