Le ‘Storie di Claudia’ Gerini

image_pdfimage_print

In un vecchio palazzo di Roma vive Claudia, una bambina allegra e curiosa; nello stesso palazzo, al pianterreno, con le finestre che danno sul cortile, abita la signorina Maria, un’anziana ed eccentrica signora, che ama la musica e  colleziona ricordi, ritratti e libri di donne famose che hanno cambiato la storia.storie di claudia

Da sempre la signorina Maria e il suo appartamento sono l’attrazione segreta  per tutti i bambini del cortile, soprattutto per Claudia. Una sera , inaspettata, grazie ad una camomilla calda, Claudia riesce ad entrare nella casa della signorina Maria e finalmente a conoscerla. Da quella sera fra la signorina Maria e Claudia nasce un’amicizia unica e indissolubile; le camomille bevute insieme diventano un appuntamento quotidiano e, grazie  ai racconti e alle storie della signorina Maria, Claudia  conosce donne incredibili, artiste famose e complicate,  cresce e diventa grande. Diventa a sua volta un’artista famosa e una mamma affettuosa, che porta con sé il desiderio di raccontare e trasmettere  l’amore e la passione per la vita e per il mondo dello spettacolo, così come la signorina Maria ha fatto con lei.

Claudia Gerini fornisce una ottima prova accompagnando con delicato entusiasmo il pubblico attraverso questo intenso  viaggio di fantasia, passando da momenti  esilaranti e canzoni e balletti inaspettati, ad altri  momenti poetici  e visionari. Si passa da Carmen Miranda a Marlene Dietrich da Frida Khalo a Monica Vitti.

Nell’insieme dei racconti la Gerini ci riporta a momenti della sua vita mischiati ad  altri di pura fantasia che, in “Storie di Claudia”, diventano puro spettacolo.  Grazie ai disegni di Giuseppe Ragazzini, alle musiche arrangiate da Leonardo De Amicis,  alle coreografie di Roberta Mastromichele, e alla regia di Giampiero Solari, Claudia Gerini crea uno spettacolo unico e particolare, in  cui  si trova ad interagire con un balletto ed un’orchestra che, fra realtà e disegno,  si moltiplica e prende il volo, trascinano il pubblico in un’unica, indimenticabile, emozione.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *