ricompensa

La ricompensa del gatto: viaggiando per un mondo tutto felino

image_pdfimage_print

di Eleonora Quadrana

La ricompensa del gatto è un film d’animazione giapponese, prodotto da Studio Ghibli e diretto da Hiroyuki Morita, già animatore di Kiki, consegne a domicilio. Il lungometraggio delizierà le sale cinematografiche italiane solamente il 9 e il 10 febbraio. Come per le altre opere dello studio Ghibli, anch’essa può essere letta a vari livelli, infatti, nonostante sia un film d’animazione, non mancano riflessioni esistenziali e originali.

La storia scorre velocemente, intrecciando con astuzia momenti comici, romantici e ricostruzioni fantasiose di un mondo totalmente felino.ricompensa

La protagonista Haru, una studentessa diciassettenne, si trova catapultata in un contesto a lei estraneo (il mondo dei gatti, appunto) e si domanda se non sia meglio quella bizzarra novità, piuttosto che la sua banale routine. Accompagnata e scortata nel suo viaggio da due fantastici cavalieri, opposti ma entrambi indispensabili per il lieto fine: Muta, il gatto ciccione, caratterizzato da un’insaziabile fame, che spesso lo metterà nei guai, poltrone, ma buono e terribilmente spassoso e Baron, misterioso, elegante ,coraggioso e sapiente, una sorta di principe azzurro dei gatti. Tutti e due i gatti già presenti in I Sospiri del mio Cuore.

Questa incredibile avventura permetterà ad Haru di conoscersi meglio, di ritrovare se stessa e forse l’amore. Vagabondando per un labirinto birichino, assistendo a spettacoli felini, e facendo la conoscenza di tanti gattini, capirà che la felicità, forse, non è poi così lontana.

 

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *