Guns N’ Roses, reunion anticipata e possibile concerto anche in Italia

image_pdfimage_print

Tornano sul palco, insieme, i Guns N’ Roses. Dopo anni di incertezze e progetti non andati in porto, strascichi di antipatie culminati nella drammatica rottura a metà degli anni Novanta, lo storico gruppo hard rock si riaffaccia sulla scena per entusiasmare i vecchi fan. A rilanciare la reunion tra il cantante Axl Rose, il chitarrista Slash e il bassista Duff McKagan, un live a sorpresa al Troubadour a Santa Monica, Los Angeles, il primo aprile.

Non era uno scherzo: dai video immediatamente trapelati su internet, nonostante il divieto tassativo quanto ormai inutile di fare riprese, si sente un grande affiatamento. Slash rimane un chitarrista affidabile e Rose, sebbene appesantito, è in forma rispetto agli ultimi anni e la sua voce ha ripreso slancio. Ad accompagnarli, Richard Fortus all’altra chitarra, Dizzy Reed e Melissa Reese alle tastiere e Frank Ferrer alla batteria. Nota dolente, manca il chitarrista Izzy Stradlin.

Uno show che ha fatto il tutto esaurito a tempo di record, qualche ora dopo l’annuncio sui social. Proprio nel locale dove si erano esibiti per la prima volta nel lontano 1985, iniziando quell’avventura che ha lasciato una profonda impronta nella musica contemporanea. Un enorme successo nel periodo d’oro, con più di 100 milioni di dischi venduti, che ha poi fruttato la consacrazione nella Rock and Roll Hall of Fame e l’inserimento nella top 100 di Rolling Stone. Con una formula che, distaccandosi quanto dal pop-rock e dal glam di moda tanto rifuggendo il rumorismo del metal, rielaborava un blues spaccone dalle elettriche influenze punk. Per anni sulla cresta dell’onda, con la voce aspra di Axl Rose e la chitarra sorniona di Slash divenute caratteristiche uniche, in bilico tra ballate romantiche strappalacrime come Patience, November Rain, Don’t Cry, e fulminanti cavalcate rock come Welcome to the Jungle, Sweet Child O’ Mine, Paradise City.

La sregolatezza edonistica, esaltata nelle loro canzoni, i conflitti interni e l’abuso di droghe hanno portato allo sfaldamento della formazione. Solo nel 2008 e dopo parecchi rinvii uscirà l’ultimo disco: Chinese Democracy, deludente rispetto alle aspettative e portato avanti in pratica dal solo Axl Rose. Mentre Slash, McKagan e il batterista Matt Sorum traghettavano il loro sound negli anni Duemila con il gruppo dei Velvet Revolver.

La macchina del rock randagio dei Guns si rimette finalmente in moto, con l’annuncio di 26 esibizioni estive negli Stati Uniti: il Not in This Lifetime Tour, che partirà l’8 aprile a Las Vegas e finirà il 22 agosto a San Diego. Ma anche i fan italiani possono sperare di rivederli, dopo dieci anni dall’ultima apparizione al Gods of Metal del 2006: secondo indiscrezioni, i Guns N’ Roses saranno al Palattomatica di Roma il 4 settembre e al Mediolanum Forum di Milano il 5 settembre, con i biglietti in vendita dal 4 giugno.

di Valentino Salvatore

Valentino Salvatore

Valentino Salvatore

Romano di primissima generazione. Pigro e irriverente. Appassionato di storia, letteratura fantastica, cinema e musica rock.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *