barolo

Festival Agrirock “Collisioni” 2016: dal 15 al 18 Luglio sulle colline piemontesi

image_pdfimage_print

Immaginate le colline piemontesi a luglio, un borgo italiano: Barolo (Cuneo), e tante persone che condividono arte, musica, letteratura, filosofia. Confronti, chiacchiere, amicizie, buon cibo e, naturalmente: il vino. Tutto questo è Collisioni, il Festival di musica e letteratura Agrirock italiano nato nel 2009.  L’edizione 2016 aprirà il 15 luglio con l’attesissimo concerto di Elton John and His Band in Wonderful Crazy Night Tour, il 16 luglio ospiterà Marco Mengoni Live 2016; il 17 luglio sarà di scena Mika con un concerto già sold out; chiuderanno i Negramaro con La Rivoluzione sta arrivando Tour.

L’evento è nato quasi per caso da un’idea di un gruppo di giovani giornalisti e scrittori che si riunivano spontaneamente nelle librerie per leggere e raccontarsi i libri reciprocamente. L’idea di scegliere un paese da “colonizzare” con un festival è stato il naturale passo successivo. La prima edizione a budget limitato, realizzato ogni anno con la collaborazione della Regione Piemonte e degli assessorati locali, vide la presenza di 15 mila persone e la settima, la scorsa estate 2015, ha registrato oltre 80 mila presenze, si sono esibite 80 band, 40 compagnie di teatro e 400 giovani hanno partecipato grazie al Progetto Giovani ideato con le istituzioni per dare ospitalità gratuita a ragazzi e ragazze, meno fortunati, provenienti da tutta Italia.

I calendari delle passate edizioni hanno suscitato un enorme attenzione ed hanno stuzzicato l’interesse di star internazionali come: Bob Dylan, Sting, Patty Smith, Lucio Dalla, Luciano Ligabue, Deep Purple, Mark Knofler, solo per citarne alcuni. Premi Nobel, scrittori, giornalisti, partecipano agli incontri disseminati nel paese. Il Festival dedica al vino, tra i prodotti d’eccellenza del Piemonte, uno spazio prezioso: “Progetto Vino” che si svolgerà il 16 ed il 17 luglio. Ian D’Agata, giornalista e Direttore scientifico di Vinitaly è il Direttore  di Progetto Vino cui ha affiancato, nelle scorse edizioni, la cucina nelle diverse declinazioni. Barolo, naturalmente, vini pregiati, degustazioni memorabili per trasmettere la conoscenza dei prodotti del territorio, il patrimonio enologico e gastronomico del Barolo, del Piemonte, dell’Italia e del mondo è cultura e come tale merita impegno ed attenzione. Ian D’Agata ha commentato: “Sono felice di aver contribuito a creare un progetto culturale sul vino che punta ad essere di assoluto prestigio e di ampio respiro internazionale”.

Si prospetta una nuova clamorosa edizione, informazioni e biglietti su www.collisioni.it

 

di Marzia Santella

Marzia Santella

Marzia Santella

Laureata in Scienze Politiche, è scrittrice di romanzi e giornalista pubblicista. Collabora con Itali@ Magazine e con il quotidiano La Voce di Rovigo. Tratto distintivo: una passione sfrenata per l'arte, la musica e la fotografia.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *