Einstein e la relatività protagonisti dell’XI edizione del Festival delle Scienze

image_pdfimage_print

The most incomprehensible thing about the world is that it is comprehensible -Albert Einstein

A cento anni dalla pubblicazione della sua teoria sulla relatività generale, è arrivata la conferma sperimentale dell’esistenza delle onde gravitazionali, ‘increspature’ dello spaziotempo che Einstein aveva ipotizzato proprio come conseguenza della relatività. Una conferma della grandezza assoluta dello scienziato di Ulm, figura geniale, eclettica, curiosa, carismatica e anticonformista. L’XI edizione del Festival delle Scienze di Roma gli rende omaggio dal 20 al 22 maggio all’Auditorium Parco della Musica.

Il tema della Relatività, filo conduttore della tre giorni all’Auditorium, dalla teoria einsteiniana estende le sue connessioni alle altre scienze umane (psicologia, sociologia, filosofia) e ai settori più innovativi della ricerca contemporanea (fisica quantistica, Big Data), dando vita ad un intenso programma di conferenzeai più alti livelli.

Venerdì 20 maggio il protagonista della prima lectio, in programma alle 16 in Sala Petrassi, è il cosmologo João Magueijo introdotto da Giovanni Amelino Camelia: portoghese, professore di fisica teorica all’Imperial College di Londra, noto soprattutto per la teoria della velocità variabile della luce ma anche autore di una biografia sulla vita di Ettore Majorana e di una provocatoria raccolta dei vizi della popolazione inglese, Magueijo in Oltre Einstein spiega al pubblico quali sono le nuove sfide della scienza del XXI secolo.

L’appuntamento conclusivo del Festival, domenica 22 alle 19, prende spunto dalla Storia e ricorda l’impegno che Albert Einstein dedicò alla difesa della pace nel mondo e a favore di un disarmo nucleare, con Apriti sesamo – una sorgente di luce nel Medio Oriente. Vittorio Bo introduce la conferenza sul ruolo etico della scienza e la sua possibilità di contribuire a uno sviluppo sostenibile del pianeta tenuta dal fisico Eliezer Rabinovici (CERN/SESAME, Racah Institute of Physics, Hebrew University, Gerusalemme, Israele).

Alle conferenze degli ospiti nazionali e internazionali, il Festival affianca un programma di spettacoli, installazioni, video e laboratori che esplorano il tema della relatività per un pubblico vario e di ogni fascia d’età.

Il Festival delle Scienze è prodotto dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con Codice. Idee per la Cultura e con la partnership scientifica di ASI – Agenzia Spaziale Italiana, INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e Università degli Studi di Roma ‘La Sapienza’.

Festival delle Scienze

Auditorium Parco della Musica – Viale Pietro de Coubertin

da venerdì 20 a domenica 22 maggio

biglietti 3 euro (salvo diverse indicazioni)

Per informazioni sui prezzi degli spettacoli e sulle modalità di acquisto dei biglietti

Infopoint tel. 06 80241281 – Call Center tel. 892 982

#Festivaldellescienze

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *