Mostra sulla Marineria Borbonica al Museo del Mare di Napoli

image_pdfimage_print

Il giorno 31 maggio, alle ore 18,00 presso il Museo del Mare di Napoli, Via di Pozzuoli, 5, viene presentata la Mostra sulla Marineria Borbonica “… e Carlo arrivò dal mare”, un evento creato nell’ambito del Maggio dei Monumenti, dedicato a  Carlo di Borbone.

Carlo di Borbone formò il primo nucleo di quella che diventerà una vera e propria flotta militare e di un sistema difensivo con fortificazioni   creato con lo scopo di difendere le coste  ed i commerci marittimi del Regno di Napoli  dalle incursioni dei cosiddetti “barbareschi”  provenienti  dalle coste del Nord Africa. Da notare che oltre a galee e vascelli la flotta si dotò anche di una squadra di sciabecchi, i piccoli mezzi veloci e maneggevoli utilizzati dai pirati nordafricani.

Attualmente il “Museo del Mare di Napoli” costituisce l’unica realtà museale legata alla storia della navigazione in una città dalla antichissima tradizione marinara come Napoli. Il nucleo iniziale del Museo risale al 1904 e faceva parte del Regio Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi. Nel dicembre 2007 nasce la Fondazione Thetys- Museo del Mare al fine di gestire autonomamente il Museo. Sempre nel 2007, il Museo è stato insignito dalla Regione Campania del titolo di “Museo di Interesse Regionale) Il grande valore storico-artistico delle sue collezioni e la sua pregevole raccolta di volumi di interesse specifico costituiscono testimonianza unica della evoluzione della marineria napoletana degli ultimi tre secoli.

Il Patrimonio, costituito inizialmente dai beni conferiti dai due soci Fondatori: l’Istituto Nautico “Duca degli Abruzzi” e il prof. Antonio Mussari, ha continuato ad arricchirsi nel corso degli anni attraverso donazioni da parte di Enti e di privati. E’ stata di conseguenza ampliata l’offerta culturale essendone stata riconosciuta la validità scientifica e la centralità nella salvaguardia dell’eredità culturale marinara della Regione Campania.

Il volume “Il Patrimonio Culturale del Museo del Mare di Napoli” di Antonio Mussari, che in questa occasione viene presentato, illustra e descrive la ricca collezione del Museo composta da oltre 1500 strumenti scientifici, strumenti nautici, apparati di comunicazioni e di governo delle navi, macchine e modelli di macchine marine, modelli di navi originali , motori e modelli di motori, carte nautiche, macchine marine che coprono un arco temporale dal XVIII al XX secolo.

Le descrizioni accurate, la  chiara esposizione ed i riferimenti storici, fanno del libro un volume piacevole da leggere anche per chi non ha competenze specifiche.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *