Jean-Michel Basquiat, retrospettiva sull’artista maledetto al Mudec

image_pdfimage_print

Le opere di Jean Michel Basquiat saranno esposte al Mudec di Milano dal 28 ottobre 2016. L’artista americano scomparso a ventisette anni per overdose, sarà il protagonista di una retrospettiva fino al 26 febbraio che mette in mostra 100 opere provenienti da collezioni private internazionali. A cura di Jeffrey Deitch e Gianni Mercurio la mostra attraversa la breve ma intensa carriera di Basquiat, il modo apparentemente infantile della sua pittura che è stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora. Venti anni dopo la sua prima mostra al Whitney Museum of American Art (1992-1993) e dieci anni dopo la retrospettiva al Brooklyn Museum of Art (2005), questa esposizione mostrerà il ruolo centrale di Basquiat (o Samo come amava firmare le sue opere) nella generazione dei suoi artisti coetanei e la funzione della sua arte come un ponte di collegamento tra le diverse culture.

Per visitare la mostra: biglietto intero 12€, ridotto 10€ e 8€. Orari lunedì 14.30-19.30, martedì, mercoledì, venerdì, domenica 9.30-19.30, giovedì e sabato 9.30-22.00.
Mudec – Museo delle Culture
via Tortona 56, Milano
Info e prenotazioni:
0254917

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *