Vendemmia a Pompei, taglio delle uve nei vigneti della Casa del Triclinio Estivo

image_pdfimage_print

Stamattina, come da tradizione, è stato effettuato il taglio delle uve nei vigneti della Casa del Triclinio Estivo, tra le antiche rovine di Pompei, nei terreni che circondano il Foro Boario. Un progetto scientifico nato nel 1994 reso possibile grazie ad una convenzione tra la Soprintendenza e l’azienda vitivinicola MastroberardinoI vigneti di Piedirosso e Sciascinoso hanno una densità d’impianto di 7.000 ceppi per ettaro e la resa è di circa 50 q/ettaro e circa 0,7 kg/ceppo e sono allevati rigorosamente con tecniche di viticoltura di duemila anni fa. Il risultato è il pregiato vino Villa dei Misteri,  IGT rosso ricco di sfumature minerali, note speziate e di frutti rossi.
L’attività fa parte dal punto di vista scientifico di uno dei tanti studi condotti dal Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza che, da sempre, analizza le relazioni tra botanica e archeologia. Per chi volesse approfondire consigliamo la lettura dell’intervista a Piero Mastroberardino  proprio sul vino Villa dei Misteri: qui

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *