Biennale Enogastronomica a Firenze dal 10 al 28 novembre

image_pdfimage_print

Saranno 18 giorni dedicati al mondo del food e realizzati in luoghi cittadini tutti da scoprire: torna la Biennale Enogastronomica che dal 10 al 28 novembre si svolgerà a Firenze. Arte, musica, letteratura, convegni, appuntamenti tematici, saranno cornice ideale per mostre mercato, degustazioni e show cooking: la Biennale torna ad essere presidio per saperi e sapori da tutelare ma anche osservatorio attento e curioso verso tutto ciò che nell’enogastronomia è contemporaneità, ricerca e futuro.

Con l’edizione 2016 parte un nuovo corso di questa manifestazione. Tra innovazione e tradizione la Biennale diventa vetrina privilegiata sia per il miglior made in Italy sia per le eccellenze enogastronomiche del mondo. Il presidente Santino Cannamela veste di nuovi contenuti l’evento che trova le sue origini in un’idea che negli anni ’70 ebbe Leo Codacci per promuovere il territorio attraverso i suoi prodotti. All’interno di una formula collaudata l’obiettivo è quello di realizzare un appuntamento che offra basi per un confronto costruttivo su ciò che si rinnova e cambia nel comparto del food, una sorta di stati generali dell’enogastronomia e di quanto si muove intorno a questo settore.

Ma la Biennale Enogastronomica di Firenze non sarà semplicemente un ricco calendario di iniziative che di rinnova ogni due anni. Il lavoro è supportare e sostenere costantemente tutti quei progetti che promuovono l’identità e la qualità dell’enogastronomia intesa come esperienza culturale di conoscenza. Un viaggio fatto di tante tappe, che non finisce mai.

Sede principale dell’evento sarà EX3 in viale Giannotti 81-85. I principali appuntamenti da segnalare sono: da venerdì 11 a domenica 13 protagonista sarà lo street food di ieri e di oggi; martedì 15 Contaminazioni di Pizza; venerdì 18 Elba Taste, rassegna che presenta le tipicità dell’isola toscana; sabato 19 e domenica 20 il Florence Wine Event; nella stessa occasione ci sarà uno stand per l’assaggio di diversi sakè che provengono da cantine che hanno una storia lunga oltre 200 anni .

Tra gli chef attesi: Filippo Lamantia, Cristiano Tomei, Matteo Vacca, Riccardo Bartoloni, Alessandro Della Tommasina, Luca Lacalamita,Massimo Poli, Umberto Giacomelli, Marco Olmetti, Giuseppe Sisillo, Luigi Muti, Terry Giacomello, Gianluca Gorini, Michelangelo Mammoliti, Nikita Sergeev, Daniele Pescatore, Entiana Osmenzeza, Fabio Bianconi, Luca Cai, Mirko Giannoni, Stefano Frassineti, Beatrice Segoni.

Non mancheranno gli eventi del Fuori Biennale: da giovedì 10 a domenica 13 il Mercato della Biennale animerà piazza della Repubblica, proponendo una selezione di eccellenze enogastronomiche e artigianali; venerdì 11 dalle 17.00 al Mercato Centrale di Firenze tra le botteghe del primo piano degustazioni di Chianti Classico, lezioni di cucina chiantigiana dalle massaie del territorio e altri eventi per festeggiare con la città i trecento anni del Gallo Nero; sabato 12 dalle 11.00 alle 14.00, nello storico Mercato Centrale di San Lorenzo, il Palio della Ribollita; nello stesso luogo, ma venerdì 18 dalle 19.00, per Non solo trippa i ristoranti del quartiere presenteranno la loro interpretazione del piatto.

Qui il programma completo

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *