“Precious”, il nuovo disco del batterista Fabio Accardi

image_pdfimage_print
E’ di chiara vocazione ambientalista PRECIOUS, il nuovo disco del batterista pugliese Fabio Accardi, che uscirà per Mordente Records il prossimo 30 novembre 2016. Compagni di questa meravigliosa ode alla Terra e a tutto ciò che di prezioso essa offre sono: il sassofonista Gaetano Partipilo (sax alto e soprano, flauto), Claudio Filippini (pianoforte, piano Fender e Wurlitzer), Francesco Poeti (chitarra acustica ed elettrica), Luca Alemanno (basso e contrabbasso).  Il disco è composto da sette brani originali e da due brani editi che sono Preludio pra Nanà di Jack deJohnette e Little church di Hermeto Pascoal (dedicata a Miles Davis).  I sette brani originali sono dedicati al nostro prezioso pianeta, alla salvaguardia della nostra amata (ma bistrattata) madre Terra, come si intuisce già dalla tracklist.  Il disco si apre con Biodiversity, così preziosa per l’equilibrio vitale della Natura; la seconda traccia è Wonderland: let the children play che è un monito a lasciare il nostro pianeta nelle migliori condizioni tali da permettere alle generazioni future di vivere al meglio ed è anche un riferimento a una preziosa fonte di ispirazione che è Stevie Wonder di Overjoyed.  Segue A Natureza, nossa princesa, che celebra Madre Natura e rappresenta uno stimolo a preservarne la bellezza,a prendersene  cura e dedicarle le attenzioni che merita una principessa, che un giorno diventerà una regina.  (S)Heaven can’t wait, il quarto brano originale, è dedicato a Greenpeace che da tempo ha capito che non c’è più tempo da perdere e che bisogna passare all’azione ora; il paradiso è il nostro ambiente; il titolo contiene anche un riferimento musicale, visto che il brano è in 7/4 ma con delle brevissime incursioni in 4/4.  Scarlett, scent of woman è una soul ballad dedicata alla donna in quanto creatura capace di generare la vita e di prendersene cura con tutto l’amore possibile. Thirty ways …to save the world dedicato a tutti coloro che hanno fatto della salvaguardia del nostro ambiente una missione e una questione di vitale importanza: a cominciare dai piccoli grandi gesti come lo sposare lo sviluppo dell’energia rinnovabile, il risparmio energetico, il riciclo, la raccolta differenziata, la riduzione drastica dello spreco di risorse come il cibo; thirty anche perché il brano  consta di 3 sezioni, ciascuna con un groove la cui somma è 30: infatti la sezione A è su un ciclo di 4 misure una in 6/4, una in 7/4, in 9/4 e una in 8/4; la sezione B è costituita da 6 misure in 5/4 e la sezione C in 5 misure da 6/4. Le 3 sezioni del brano rappresentano le tre imbarcazioni che Greenpeace ha messo a guardia del nostro ambiente impiegandole per monitorarne i mari e non solo.  Oceans: the whales’ song è una rock ballad  ispirata al canto delle balene che il sax di Partipilo rappresenta a meraviglia; la melodia è immersa in un magma di sonorità come dire …liquide, che accompagnano il brano fino all’’emersione di un groove che i dj chiamerebbero jazz-house e che dà ossigeno a Partipilo per un solo favoloso che porterà il brano a finire con un colpo di coda. Biodiversity reprise chiude il cerchio ribadendo quanto sia preziosa la biodiversità e che ogni essere vivente è fondamentale all’equilibrio naturale: ogni specie che scompare è assimilabile ad un pezzo di puzzle perduto, che renderà per sempre la visione d’insieme imperfetta e incompleta, è assimilabile ad un colore o un dettaglio rimosso da una tela, da un quadro talmente ben riuscito da essere un capolavoro, che risulterà per sempre monco.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *