Têtes de bois in “Extra” al Teatro Villa Pamphilij

image_pdfimage_print

Domenica 18 dicembre alle 11.30 a Teatro Villa Pamphilij di Roma i Têtes de bois con Andrea Satta voce, Angelo Pelini pianoforte, Carlo Amato basso e chitarre, Luca De Carlo tromba. Dopo più di vent’anni dalla sua morte i versi di Léo Ferré navigano tra i pensieri affannati delle nostre vite quotidiane e tutto graffia la pelle di chi è seduto comodamente e invade le anime congelate. Ancora per una volta amore e rivolta. “Extra”, un concerto con brani in cui i versi fanno l’amore nella testa di chi ascolta, sotto lo sguardo del Dio dei graniti che non ha pietà, tra le conchiglie figuranti e le nacchere risuonanti e un coltello che apre la madreperla pura e un pescecane che nuota in libertà provvisoria.
Baudelaire, Verlaine, Rimbaud musicati da Ferré, Ferré musicato da Ferré e Ferré musicato e ri-arrangiato dai Têtes de Bois. Tutte le nuove traduzioni dei versi di Ferré, Rimbaud, Baudelaire, Verlaine sono state affrontate con Giuseppe Gennari, il professore, cercando di farne canzoni del Duemila e di non tradirne l’umore. Con Anna D’Elia si è invece lavorato per portare in Italiano “Tango” un testo cui Léo non aveva ancora regalato la musica e con cui i Têtes de Bois si sono cimentati immaginando di poter ripetere quello che lui fece musicando i poeti maledetti.

Têtes de Bois, autori di due dischi dedicati a Léo Ferré ed entrambi vincitori della Targa Tenco, quest’anno hanno sono stati premiati con la Targa del centenario al Festival Léo Ferré.

 

Teatro Villa Pamphilj Villino Corsini

Villa Doria Pamphilj Via di San Pancrazio 10 – P.zza S. Pancrazio 9/a,  00152 ROMA 

Orario Biglietteria: dal martedì alla domenica  dalle 10,00 alle 17,00

Info e prenotazioni: tel. 06 5814176  dal martedì alla domenica – promozione@teatrovillapamphilj.it

Arrivare a teatro: BUS 870 – 982 – 44 – 44F – (e nelle vicinanze 710 e 871) FM 3 (Roma/Viterbo) fermata Quattro Venti

Ingresso: 5 euro

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *