Canti, ballate e ipocondrie d’ammore: quando la musica emoziona