Roma: un salotto urbano nel quartiere Don Bosco

image_pdfimage_print

Sarà istituita una nuova area pedonale nel tratto di via Flavio Stilicone tra via Calpurnio Fiamma e via Ponzio Comino, nel quartiere Don Bosco. La Giunta capitolina ha approvato, tramite delibera, un nuovo progetto di iniziativa territoriale che prevede la riqualificazione urbana di una zona periferica della Capitale, nel Municipio VII.

“Sarà una nuova area a disposizione dei residenti del quartiere. La delibera di Giunta recepisce il progetto del VII Municipio. Vogliamo trasformare via Stilicone, riaprire le attività commerciali di zona, ridare vita a una parte di territorio che negli anni è stata abbandonata, creare un ‘salotto urbano’ dove i residenti possano finalmente vivere il quartiere e riscoprire il piacere di un luogo dove ritrovarsi, un’area di aggregazione”, dichiara la Sindaca di Roma, Virginia Raggi.

“L’intervento s’inserisce perfettamente nei piani di mobilità che stiamo progettando e realizzando per la nostra Capitale. Il Municipio ha sviluppato e ideato un piano per ridare nuovi spazi pubblici ai cittadini, riducendo l’area destinata alle auto private. L’iniziativa accoglie i bisogni e le necessità dei residenti”, aggiunge l’Assessora alla Città in Movimento di Roma, Linda Meleo.

“Sarà un importante cantiere, il bando di gara è già stato pubblicato e l’apertura delle buste avverrà a fine gennaio. Con questi interventi trasformeremo la strada in un’isola pedonale con arredi fissi, una fontanella al centro della via, poltroncine singole e giochi in muratura come tavoli da ping pong. Ovviamente tutta l’area sarà carrabile per permettere l’entrata e l’uscita dei mezzi di soccorso. Un luogo d’incontro e condivisione per i cittadini”, spiega la presidente del VII Municipio Monica Lozzi.

La nuova area pedonale prevede anche ampi spazi di fronte ai negozi per permettere iniziative e promuovere mercatini dedicati.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *