Indagini sotto l’albero: con Caterina Ferruzzi alla scoperta del detective che è in noi

image_pdfimage_print

Indagini sotto l’albero” è la seconda opera di Caterina Ferruzzi, dopo il romanzo d’esordio “La Forma delle Nuvole”, pubblicato nel 2015 da Me Publisher.

Questa volta Caterina Ferruzzi si cimenta non con un normale testo, ma come lei ama definirlo, con un esperimento.

Sì perchè “Indagini sotto l’albero” è una raccolta di cinque racconti gialli ciascuno con un mistero da scoprire. In aiuto al lettore degli indizi da cui attingere e con i quali formulare ipotesi per una soluzione.

Ogni racconto è suddiviso in più parti:

Una premessa che introduce ambientazione e personaggi, uno svolgimento durante il quale avviene il “fatto”, dei quesiti ai quali il lettore è chiamato a rispondere, una serie di indizi (alcuni utili, altri inutili o semplicemente accessori). Alla fine naturalmente è possibile leggere le risoluzioni dei casi.

Un libro in realtà versatile che si presta ad una lettura di tipo tradizionale o come gioco per mettere alla prova le proprie abilità di detective, da soli o in compagnia.

Cinque storie di fantasia che per l’autrice sono state di stimolo per sperimentare la scrittura più lunga di un vero e proprio romanzo. Un ritorno dunque al passato, in attesa di leggere il seguito del primo romanzo.

Caterina Ferruzzi con “Indagini sotto l’albero” si mette ulteriormente alla prova scegliendo la strada del self-publishing tramite Amazon.

Un modo per seguire da vicino tutto il ciclo di vita dell’opera, dalla sua pubblicazione alle vendite e avere sotto controllo ciò che comunemente viene affidato alle mani degli editori.

Il titolo è natalizio ma il contenuto del libro non è legato alle Festività. Come Agatha Christie, alla quale Caterina Ferruzzi si ispira, le storie hanno ambientazioni e personaggi  sofisticati ma di certo comuni e quotidiani.  Nessun luogo riconduce direttamente a fatti criminali ed è questo che intriga particolarmente il lettore coinvolgendolo in veste di detective.

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *