“La scienza a regola d’arte – Una conversazione tra Thomas Struth e James Beacham”

image_pdfimage_print

“Idealmente, la mia fotografia è un appello politico. Fotografo principalmente per parlare in pubblico di ciò che m’interessa. La macchina fotografica è come un contatore Geiger, indica la presenza o l’assenza di radiazioni. Analizza e registra soltanto quello che qualcuno seleziona, puntando la camera di fronte…. Fare una fotografia è per lo più un processo intellettuale di comprensione delle persone, delle città e delle loro connessioni storiche e fenomenologiche. A quel punto la foto è quasi fatta, e tutto ciò che rimane è il processo meccanico”.

Italia Magazine è felice di annunciarvi il nuovo evento che si terrà al MASI di Lugano, una conversazione tra il fotografo Thomas Struth
e lo scienziato del CERN Dott. James Beacham
che approfondiranno alcuni temi sul rapporto tra arte e scienza

L’evento avrà il benvenuto introduttivo del Dott. Tobia Bezzola e della Dott.ssa Silvia Misiti
Conversazione tra Thomas Struth e Dott. James Beacham
moderata dal Dott. Tobia Bezzola

Thomas Struth, uno dei più influenti e quotati fotografi nel mondo dell’arte. Nato nel 1954 a Geldern in Germania, Thomas studia all’Accademia d’arte di Düsseldorf, prima pittura con Gerhard Richter e dal 1976 fa parte della nascente classe di fotografia di Bernd e Hilla Becher. L’approccio fotografico di Thomas Struth è intellettuale, controllato e meditato. Tra documentazione e interpretazione le immagini del fotografo tedesco si soffermano sulla relazione tra l’individuo e le dinamiche della società.

Vi aspettiamo giovedì 18 ottobre 2018

Il Pantheon visto da Thomas Struth

www.masilugano.ch

www.ibsafoundation.org

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *