Fabrizio Bosso e Luciano Biondini un jazz Face to Face.

image_pdfimage_print

Si apre su note jazz la quarta serata della rassegna Flautissimo 2018 – Camminando a vista, organizzata dall’Accademia Italiana del Flauto e giunta ormai alla ventesima edizione.

Due gli artisti ad esibirsi ieri sera sul palcoscenico del Teatro Vascello di Roma, alla tromba il musicista piemontese Fabrizio Bosso e alla fisarmonica l’artista spoletino Luciano Biondini.

Un face to face profondo ed empatico il loro, che aveva già dato vita, nel 2012, al lavoro discografico Face to Face e che continua ancora oggi ad emozionarci. Un dialogo continuamente incalzante tra i due strumenti che, in alcuni momenti, sembravano quasi essere uno. L’esibizione inizia sulle note di una splendida Pure Imagination che cattura prontamente l’attenzione degli spettatori.

Ma il repertorio è vario e interpreta a pieno il pathos che scatenano insieme i due artisti ed è sempre contraddistinto da un notevole interplay che li incastra meravigliosamente sotto il costante applauso del pubblico.

Si spazia dai ritmi melodici come in Prima del cuore, alla ballad Bringi, passando per Rumba for Kampei, composta dal trombettista durante un viaggio a Zanzibar e dedicata all’incontro con un bambino masai.

Non è mancato un omaggio ad una delle colonne sonore del Cinema italiano, con una Nuovo Cinema Paradiso in una versione incredibilmente suggestiva e delicata.

Entrambi gli artisti hanno mostrato e mostrano da sempre una tecnica estremamente matura ed un controllo perfetto degli strumenti, ma sono al contempo assolutamente riusciti ad esprimere e a trasmettere una passione tale da intravederne l’anima.

Un viaggio sonoro che ci trascina in luoghi lontani, una musica così altra ma nello stesso momento così presente da dare la sensazione di poterla toccare.

Per salutarci i due musicisti ci concedono una dolcissima rivisitazione di Ninna nanna, ma il pubblico rapito, quasi incurante del tempo, acclama un nuovo un bis, concesso sulle note di Choroso come omaggio alla tradizione brasiliana.

Una collaborazione, quindi, da definire estremamente fertile e che nel tempo ci regalerà di sicuro nuove emozioni.

 

Scaletta:

Pure Imagination

Lembra de win

Prima del cuore

Bringi Stagione

Nuovo Cinema Paradiso

Rumba For Campei

African Friends

 

Bis

Ninna nanna

Choroso

Mathias

 

 

Marina Capasso

Marina Capasso

Laureata in Scienze della Formazione Primaria e dottore di ricerca in Pedagogia della Formazione. Lavora come insegnante di sostegno nella scuola primaria. Appassionata di musica jazz.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *