“Leonardo cinquecento”- Una produzione dedicata al genio universale del Rinascimento e ai risvolti contemporanei delle intuizioni contenute nei famosi Codici Leonardeschi.

image_pdfimage_print

di Lara Ferrara

Mentre in tutto il mondo fervono i preparativi per le celebrazioni ufficiali arriva nelle sale cinematografiche italiane “Leonardo Cinquecento”, una produzione di Magnitudo Film dedicata al genio universale del Rinascimento e ai risvolti contemporanei delle intuizioni contenute nei famosi Codici Leonardeschi, che sarà al cinema il 18, 19 e 20 febbraio. Il meraviglioso apporto alla Modernità di un artista senza tempo, di cui stanno affiorando disegni inediti nel corso del restauro della Sala delle Asse al Castello Sforzesco.

Una produzione dedicata al genio universale del Rinascimento e ai risvolti contemporanei delle intuizioni contenute nei famosi Codici Leonardeschi.

A cinquecento anni dalla sua morte, Leonardo da Vinci continua a essere una delle figure più ammirate e conosciute dell’umanità. Artista, architetto, umanista, naturalista e stratega militare, fu soprattutto un osservatore instancabile alla continua ricerca di nuove scoperte.
Un percorso dal rinascimento ai giorni nostri carico di simboli culturali, all’insegna dello stupore e degli eccessi in una dimensione quasi fiabesca e onirica, con la ricostruzione della cucina rinascimentale sino ai giorni nostri, attraverso celebri opere d’arte attraverso l’uso dell’Intelligenza Artificiale e dopo decenni di studi e ricerche, si ricompongono le centinaia di pagine del suo codice e si rivisitano le sue teorie, offrendo nuove prospettive sulle loro implicazioni pratiche.

Con immagini in 8K, il documentario porta alla scoperta del pensiero e dell’eredità scientifica di Leonardo (1452-1519). Pittore, ingegnere e scienziato, uomo d’ingegno e talento universale del Rinascimento, incarnò in pieno lo spirito della sua epoca. Grazie al coinvolgimento di esperti di caratura mondiale – storici, tecnici e ingegneri – e aziende ai vertici della tecnologia, Leonardo Cinquecento ricostruisce come l’ingegno e le osservazioni di Leonardo da Vinci hanno attraversato i secoli per trovare applicazione nella società contemporanea.

Misteri e arcani in Leonardo Da Vinci…

“Noi abbiamo scelto di guardare oltre, di raccontare l’Uomo, l’Artista e lo Scienziato partendo dai sui codici, dai suoi disegni, dai suoi dipinti e dai passaggi letterari giunti fino a noi”, spiega Francesco Invernizzi,fondatore di Magnitudo Film e regista di «Leonardo Cinquecento». “In ciascun ambito che investa il suo genio abbiamo ricercato i più illustri e riconosciuti esperti: dagli storici dell’arte che hanno curato i restauri delle opere, ai professori dei più prestigiosi Atenei, agli ingegneri delle eccellenze produttive italiane.”

Nel cinquecentenario della sua morte Milano,la citta’ nella quale “ha vissuto piu’ a lungo, vuole dimostrare che il genio di Leonardo appartiene all’Europa, anzi al mondo. Quindi e’ ridicolo ogni tentativo di rinchiuderlo in confini nazionali. Tra le iniziative previste nel 2019, lungo un palinsesto che dura 9 mesi, la riapertura al pubblico della Sala delle Asse a Castello Sforzesco il 15 maggio. Dopo la presentazione delle celebrazioni a New York, inaugurazioni ufficiali si terranno anche a Londra (il 18 gennaio), a Parigi (il 12 febbraio) e a Berlino (il 25 febbraio). Due inoltre le mostre previste a Palazzo Reale, una dal titolo ‘Il meraviglioso mondo della natura’ e l’altra concentrata sul rapporto tra l’intelligenza poliedrica e il potere, rappresentato da Francesco I di Francia. Alla Veneranda Biblioteca Ambrosiana saranno realizzate quattro mostre, mentre sulle sue scoperte scientifiche di concentreranno i percorsi pensati dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.