La favola di Pinocchio al Campionato Italiano di Pole Sport – Con Paola Beatrice Frati, domenica 10 marzo al Palatorrino di Roma

di Lara Ferrara

All’interno del Campionato Italiano di Pole Sport, Artistic Pole, Ultra Pole – IPSF, domenica 10 marzo ci sarà l’esibizione dell’atleta, ballerina e attrice Paola Beatrice Frati.
Paola porterà una sua coreografia, un’interpretazione dell’antica favola del burattino Pinocchio di Carlo Collodi.
Una vera e propria esibizione di Pole Theatre.

Ma cos’è il pole theatre?

Nato in Australia dalla mente di Michelle Shimmy e Maddie Sparkle, il Pole Theatre è oramai un evento internazionale riproposto in tantissime nazioni. Dall’Irlanda, alla Grecia, passando dagli Stati Unito a Giugno arriverà anche da noi in Italia.
La particolarità è data dalle categorie di gara in cui i partecipanti possono esibirsi, che sono:
Pole Art: questa categoria è per chi incorpora diversi stile di ballo come classico, contemporaneo, pop, latino ecc. Il concetto di base è creare una performance fortemente artistica.

Mentre per trovare le origini della pole dance bisogna andare un bel po’ indietro nel tempo, fino agli anni della depressione del Nord America, ovvero intorno al 1920. I primi ad usare il palo per le loro performance ginniche furono i circensi. La pole dance iniziò ad avvicinarsi a quello che è ora intorno agli anni ’50, con l’avvento del burlesque, diventando uno spettacolo itinerante da night club. In seguito riuscì a liberarsi in parte di questa patina (rimasta alla lap dance) e venne finalmente considerata disciplina atletica, tanto che viene praticata a livello professionale sia negli Stati Uniti che in Australia, rispettivamente da 20 e 30 anni.

La Pole Sport Italia è un’organizzazione no Profit dedicata alla diffusione della Pole come sport atletico.
Gestita da volontari storici della Community Italiana di Pole e creata per favorire lo sviluppo della Pole all’interno della Nazione, Pole Sport Italia supporta atleti, coach e giudici.
Ricordiamo che membro orgoglioso dell’ International Pole Sports Federation (IPSF) che governa la Pole a livello internazionale, creando Competizioni ben strutturate, corsi di insegnamento e apprendimento per favorire lo sviluppo e la conoscenza delle discipline che rappresenta.
IPSF si è guadagnata nel tempo l’Observer Status da parte della Global Association of International Federations (GAISF), ed è firmataria della World Anti-Doping Association (WADA). Per IPSF e Pole Sport Italia Il traguardo da raggiungere sarà ottenere il riconoscimento della Pole come sport ufficiale da parte del Comitato Olimpico a livello nazionale ed internazionale e di conseguenza far poi anche parte dei Giochi Olimpici.

Nella coreografia di Paola Frati scopriremo un insolito Pinocchio che si risveglia nel corpo di una giovane donna e inizia a danzare la pole dance…
Un’interferenza però lo fa ritornare da marionetta a donna e così via.
Una sorta di mutazione esistenziale che lo porterà a riscoprire la voglia di essere libero da ogni regola e punizione là dove la libertà è rappresentata dalla metafora della musica…

“C’era una volta… – Un re! – diranno subito i miei piccoli lettori.
No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno. Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo da catasta, di quelli che d’inverno si mettono nelle stufe e nei caminetti per accendere il fuoco e per riscaldare le stanze.”

Carlo Collodi

Domenica 10 MARZO
dalle 08:30 alle 22:00
presso il Campionato Italiano Pole Sport Italia Palatorrino
Via Fiume Giallo 47/65, 00144 Rome, Italy

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.