A Paestum il convegno “Lo Spettro artistico” per la XII giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo

Lara Ferrara

Dopo l’avvio del progetto “Un tuffo nel blu”, il Parco Archeologico di Paestum celebra la XII giornata mondiale sulla consapevolezza dell’autismo con il convegno “Lo Spettro Artistico – Il museo come luogo della cultura Autism Friendly”, martedì 2 aprile 2019. L’incontro apre un dialogo sulle tematiche dell’autismo, dell’inclusione e dell’accessibilità nei musei per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’autismo e per promuovere la ricerca di nuove forme di comunicazione e di espressione attraverso i beni culturali.

“Il museo di Paestum è “Autism Friendly” – afferma il direttore Gabriel Zuchtriegel – Luogo della cultura per eccellenza, rappresenta il contesto ideale per favorire la fruizione dell’arte da parte di queste persone, divenendo così uno spazio di incontro, di apprendimento e di socializzazione che permette di superare le numerose barriere architettoniche, sociali e culturali che purtroppo spesso si riscontrano nella quotidianità. A Paestum, ci piace parlare di uno spettro artistico e non autistico, perché cerchiamo di valorizzare tutte le forme di espressione, anche le più intime, che possono emergere attraverso la cultura”.

l Parco Archeologico di Paestum sta lavorando da diverso tempo al coinvolgimento delle persone con disturbi dello spettro autistico garantendo una serie di servizi e di laboratori a loro dedicati e la disponibilità di spazi museali adatti ad accoglierli. Da quest’anno è attivo il percorso di visita “Un tuffo nel blu”, realizzato in collaborazione con l’associazione Cilento4all, e dedicato a bambini e ragazzi speciali ovvero alle loro famiglie e a un pubblico
più adulto.
I relatori chiamati a intervenire al convegno rappresentano un gruppo eterogeneo di professionisti del mondo scientifico e culturale nonché esponenti delle istituzioni regionali e locali capaci di offrire punti di vista differenti sull’esperienza museo-autismo, nella consapevolezza che promuovere e diffondere una cultura “Autism Friendly” è possibile soprattutto grazie alla creazione di una rete efficace tra attori che, a più livelli, agiscono sul
territorio. Oltre al direttore del Parco Archeologico di Paestum, Gabriel Zuchtriegel, saranno presenti Rosanna Romano della Direzione Generale per le politiche culturali e il turismo della Regione Campania e Tommaso Pellegrino Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni. Gli altri interventi saranno a cura di Laura Valente
del Museo Madre di Napoli, Luisa Varriale dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, Giovanni Minucci, rappresentante dell’Associazione Cilento4all, Paolo Maietta del Centro Europeo per l’Autismo di Cicerale e Paolo Sarra per l’associazione di genitori “Autismo Fuori dal Silenzio” di Eboli. Paestum aderisce alla campagna internazionale “Light it up the blue”, illuminando di blu il tempio di Athena, la sera del 2 aprile, a partire dalle ore 19:30. Il blu è il colore simbolo dell’autismo, scelto dalle Nazioni Unite nel 2007 quando è stata istituita la giornata sulla
consapevolezza dell’autismo e che, ogni anno, tinge i principali monumenti del mondo.

INFO: Martedì 2 aprile 2019, ore 10:00 presso la “Sala Cella” del museo di Paestum.
L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Parco, nel biglietto annuale Paestum Mia e nella card Adotta un blocco.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.