E’ arrivato il momento di fare ‘Il Grande Salto’

image_pdfimage_print

di Alessia Gregoletto

Nello e Rufetto, interpretati da Ricky Memphis e Giorgio Tirabassi, sono due rapinatori di serie B, nonostante gli anni passati in galera non demordono pur di fare il “grande salto “. 

Lo stesso regista Giorgio Tirabassi, afferma che “il grande salto lo vogliono tutti, e tutti lo cercano avidamente. Abbiamo voluto raccontare due disperati, ( la storia) può riguardare sia due negozianti… chiunque stia cercando di cambiare radicalmente la propria vita in meglio, sono tutti in cerca del grande salto.

È un film amaro che va controcorrente, non vuole imitare in alcun modo le produzioni americane, ma nonostante ciò rispecchia perfettamente la ricerca frenetica del voler migliorare la propria vita, situazione  che accompagna la realtà contemporanea, e proprio la periferia romana che fa da sfondo alla trama, potrebbe rappresentare qualunque periferia dove si rispecchi tale condizione. 

I protagonisti sono perseguitati dalla sfortuna, ma non demordono, la usano a proprio vantaggio, trasformandola in una risorsa.

Nello e Rufetto sono due rapinatori di seconda fascia – spiega Tirabassi – Hanno superato la cinquantina e non hanno mai conosciuto il benessere, vivono poco sopra la soglia della povertà. Per dare una svolta alla loro vita, hanno deciso che è arrivato il momento di fare “Il Grande Salto”. Adesso o mai più. Ho voluto raccontare “Il Grande Salto” stando molto vicino ai personaggi, seguendoli passo passo, quasi pedinandoli. In certi momenti, i loro sguardi, il non detto, sono più espliciti delle parole pronunciate. Per fare questo ho coinvolto attori che conosco molto bene e che è stato un onore dirigere.”

Nonostante sia il primo film da regista, Tirabassi ha mostrato di essere all’altezza del ruolo, ogni dettaglio non è lasciato al caso. Il film sarà disponibile nelle sale dal 13 giugno.

 
 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.