76ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia – Giovedí 5 settembre presentazione premio Zavattini

image_pdfimage_print

Sarà presentato alla Mostra del Cinema di Venezia il bando 2019/20 del Premio Cesare Zavattini. Giunto alla sua quarta edizione nell’ambito dell’iniziativa “Unarchive, il Premio si rivolge a tutti coloro che, professionisti e non, siano interessati a utilizzare il cinema d’archivio e il materiale di repertorio per realizzare nuove creazioni audiovisive di carattere documentario che sappiano connettere in forme e linguaggi originali la dimensione della memoria e della storia con il nostro presente.

L’edizione 2019/20 del Premio è sostenuta da MIBAC, Nuovo IMAIE, Istituto Luce Cinecittà, con la collaborazione di Cineteca Sarda, Deriva Film, Officina Visioni, FICC. Media partner, Radio Radicale.
Occasione unica per comprendere, comunicare e sperimentare percorsi creativi nel riuso dei materiali filmici di archivio: questa la missione del PREMIO ZAVATTINI che presenterà il nuovo bando per l’edizione 2019-2020, rivolto a giovani filmmaker, professionisti e non, in anteprima alla 76esima Mostra Internazionale d’Arte cinematografica a Venezia. Giovedì 5 settembre alla Sala Tropicana (Italian Pavillion) dell’Hotel Excelsior al Lido, ore 11:00, ad illustrare il nuovo regolamento e ad offrire un resoconto delle ultime edizioni saranno Antonio Medici, Direttore artistico del Premio, Vincenzo Vita, presidente Fondazione Archivio Audiovisivo Movimento Operaio e Democratico e Roberto Cicutto, Presidente Istituto Luce Cinecittà, in un incontro animato anche dai vertici della Biennale nella figura del presidente Paolo Baratta e del direttore artistico Alberto Barbera, insieme ad Andrea Micciché, presidente Nuovo Imaie e a Laura Delli Colli, presidente Fondazione Cinema per Roma e presidente Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. Sarà presente anche la giovane regista Beatrice Baldacci, recente vincitrice del Premio Zavattini con “Supereroi senza superpoteri”, unico corto italiano in concorso alla Mostra, nella sezione “Orizzonti”. L’opera, basata sulla memoria audiovisiva di VHS familiari e su delicati ricordi d’infanzia nella ricostruzione emotiva di una forte relazione tra madre e figlia, sarà proiettata nel pomeriggio dello stesso giorno, alle ore 17:00, presso la Sala Giardino.

SUPEREROI SENZA SUPERPOTERI regia di Beatrice Baldacci è il corto vincitore del Premio Zavattini 2018-2019
Un film ideato e diretto da una giovanissima regista in cui la memoria audiovisiva viene in supporto ai ricordi di infanzia nella ricostruzione emotiva di una forte relazione tra madre e figlia. Un esempio significativo di come il riuso creativo dei materiali d’archivio, anche personali e familiari, possa essere all’origine di una creatività filmica incisiva e, in questo caso, doppiamente originale poiché delicatamente autobiografica.

“Supereroi senza superpoteri” è un film di Beatrice Baldacci, prodotto dall’Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico nell’ambito del “Premio Zavattini – Unarchive” sostenuto dalla Siae e dal MiBACT, attraverso il bando “Sillumina”, e dalla Regione Lazio, e realizzato in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà. È distribuito da Elenfant Film.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.