Come eliminare i veleni che inquinano la tua psiche

Odio, gelosia, ira, possessività, sono tutti veleni che inquinano la tua psiche.
C’è un procedimento semplicissimo, non occorre che tu faccia nulla, la sola cosa che serve è un pò di pazienza.

Quando l’ira si accende, non fare nulla. Semplicemente siedi in silenzio e osserva.
Non avversarla, non alimentarla, non cooperare, non reprimere. Osservala soltanto, abbi pazienza, sta a vedere cosa succede. Lasciala crescere. Ricorda solo una cosa: non fare nulla nel momento dell’ira, aspetta.
Lasciale solo un pò di tempo e ti stupirai. Vedrai che, se saprai aspettare abbastanza, l’ira diverrà compassione. Prova. Ricorda: non fare niente nel momento in cui sei nello stato d’animo di rabbia e avvelenamento.
Aspetta.

E’ una delle leggi fondamentali della vita perché quando sei in uno stato d’animo negativo tutto diviene negativo.
La negatività crea altra negatività, la negatività provoca altra negatività, l’ira causa altra ira, l’ostilità causa altra ostilità.
Dai tempi di Socrate questo è il modo di conoscere se stessi ciò non significa sedere in silenzio, ripetendo internamente io sono il Brahma (l’Essere, il tutto, Dio), io sono l’anima, io sono Dio, io sono questo o quest’altro e tutte queste sciocchezze. Conoscere se stessi significa conoscere tutti i propri aspetti, tutte le proprie potenzialità: l’assassino, il peccatore, il criminale, il santo, la virtù, il dio, il diavolo; conoscere tutti gli aspetti, l’intera gamma delle possibilità. Imparando a conoscerti scoprirai dei segreti, delle chiavi. Vedrai che l’ira non può durare per sempre.

Limitati ad essere spettatore degli eventi da lei causati esternamente a te, ma continua ad aspettare, lascia che l’ira stravolga ma non agire.
Non pensare che sia reprimere, ma solo saper osservare l’energia cambiare in positivo.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.