Acidosi metabolica come base di tutte le malattie moderne

Acidosi tessutale  o  Metabolica, insieme all’infiammazione cronica e’ alla base di tutte le malattie moderne.

Che cos’e’ L’acidosi?

E’ un ‘alterazione dell’equilibrio acido basico (aumento delle sostanze acide non compensate da altrettante sostanze basiche).

Quando questo stato d’equilibrio acido-base si modifica, anche leggermente, si hanno alterazioni nelle normali reazioni biochimiche cellulari ed enzimatiche che stanno alla base della vita .

Quando il pH è acido si innescano sempre più reazioni di infiammazione e molte delle malattie tipiche dell’era moderna occidentale sono riconducibili a questa acidosi corporea perché aggrava molto le condizioni generali del corpo.

Il livello di acidità (pH) è uno dei più importanti per il mantenimento di un buon stato di salute.

L’organismo umano per effetto del suo metabolismo produce acidi in continuazione (idrogenioni) e in condizioni fisiologiche.

  • Gli acidi prodotti prima di raggiungere gli organi emuntori, passano nel sangue e questo passaggio dovrebbe avvenire senza modificare la concentrazione idrogenionica.
  • I liquidi organici sono tutti leggermente alcalini, i loro valori vanno da pH 7,1 (la saliva di un uomo sano) a 8,8 (i succhi pancreatici).

Il sangue necessita di un pH costante di 7,4, al di sotto del quale appaiono fenomeni di acidosi, al di sopra, di alcalosi.

I tessuti del nostro corpo sono composti dalle cellule che in omeostasi sono efficienti e svolgono le loro funzioni in modo ottimale vivendo in un ambiente neutro, dove le sostanze nutrienti entrano e quelle di scarto escono.

Se le sostanze di scarto e delle tossine restano all’interno della cellula o subito fuori nell’ambiente circostante senza fluire verso le vie di eliminazione verifica un abbassamento di pH verso livelli di acidità sempre più forti.

Cosa succede quando il Ph si altera ?

Quando l’ equilibrio acido -base si modifica il corpo possiede dei sistemi tampone in grado di ristabilire l’omeostasi corporea e degli organi preposti a questo scopo.

Sono  la prima linea difensiva e riducono in tempi brevi l’impatto sul PH.

I sistemi tampone quindi servono a mantenere un equilibrio tra produzione ed eliminazione di radicali acidi mantenendo costante il valore del PH.

I sistemi Tampone

Si suddividono in

  • Sistema Tampone Cellulare: comprende Hb, Fosfati e Proteine
  • Sistema Tampone Extracellulare: Sistema Acido Carbonico/Bicarbonato.

I principali organi che ci consentono di mantenere l’in equilibrio il PH sono : I polmoni e I Reni

Sappiamo che le cellule producono H(ioni idrogeno ) e Co2 ( anidride carbonica)

Il sistema Polmonare e’ molto veloce agisce nell’arco di 1- 10 minuti

aumenta la ventilazione polmonare, con conseguente eliminazione di anidride carbonica per contrastare l’acidita’.

Il sistema Renale, impiega molto più tempo (8-12 ore prima di entrare in funzione), ma e’ piu’ duraturo, contrasta l’acidita’ attraverso la secrezione di ioni idrogeno (che trattengono Bicarbonato) il quale verra’ riassorbito a livello sanguigno.

Il sistema renale si occupa del riassorbimento e rigenerazione dei carbonati, rinnovando il pool dei tamponi organici

Rene ed il polmone sono deputati alla regolazione dell’equilibrio acido-base e ciascuno può compensare eventuali insufficienze dell’altro o squilibri metabolici con aumentata o diminuita produzione di acidi o basi.

Il tratto digerente rappresenta il terzo eliminatore di acidi o basi, ma solamente in caso di malfunzionamento: le grandi quantità di acidi (stomaco) e di basi (pancreas) che vengono secreti nel lume ogni giorno vengono in condizioni normali completamente riassorbite.

L’eliminazione intestinale di acidi o basi va vista quindi come una perdita patologica non regolata.

Fisiologicamente il nostro corpo alterna le fasi di acidosi e alcalosi in questo modo :

Durante il giorno(dalle 3 del mattino alle 15) si parla di fase di sol in cui si verifica un idrolisi della matrice proteica: i radicali acidi accumulati dalle attivita’ quotidiane ( attivita’ fisica, mangiare e altro) favoriscono la gelificazione della matrice extracellulare, siamo in una fase si simpaticotonia, e smaltimento di ioni idrogeno: Il tessuto connettivo quindi come una grande spugna sottrae tossine acide ai tessuti per poi rilasciarle durante la notte e permettere la loro escrezione attraverso i reni.

Di notte (dalle 15 alle 3) si parla di fase di gel in cui viene ricostruita la matrice proteica, siamo in una fase di vagotonia: grazie al rialzo della temperatura corporea, il digiuno, il sonno, il sistema parasimpatico e’ in grado di ristabilire l’alcalosi eliminando attraverso i reni i radicali acidi accumulati.

Per questo e’ cosi importante avere un sonno continuo e riposante soprattutto tra mezzanotte e le tre del mattino, di notte il corpo guarisce.

Ma quando questi sistemi tampone non sono piu’ in grado di funzionare cosa succede?

Al fine di mantenere il pH sanguigno costante, il corpo adotta un abile stratagemma: converte gli acidi liquidi in acidi solidi come colesterolo o acidi grassi.

Quali sono i danni a lungo termine di questo processo ?

Il sangue si addensa,

La circolazione diventa più lenta e non riesce a fornire il giusto apporto di ossigeno e nutrienti a tutti i tessuti e agli organi vitali causando malattie di qualunque natura.

 

Quali sono le cause dell’acidosi ?

  • Eccesso di alimenti acidificanti ( zucchero, pane bianco, bibite zuccherate, prodotti industriali da forno, formaggi, latticini e molto altro)
  • Vita sedentaria, e abitudini errate ( fumo, alcool)
  • Mancanza di sonno
  • Uso eccessivo di farmaci
  • Attivita’ fisica eccessiva
  • Stress
  • Insufficiente apporto di liquidi
  • Malattie Renali
  • Cardiopatie
  • Malattie respiratorie
  • Diabete

Quali sono i segni clinici dell’acidosi ?

  • Stanchezza al mattino, mancanza di energia
  • Disturbi del sonno
  • Emicranie frequenti
  • Dolori articolari, dolori e crampi muscolari
  • Pelle grassa (soprattutto del viso)
  • Ritenzione idrica
  • Capelli bianchi
  • Disturbi dell’umore
  • Alitosi
  • Reflusso gastroesofageo, costipazione
  • Aritmia
  • Sensibilita’ al freddo (piedi freddi e tendenza a sudare : sudori freddi)
  • Vasodilatazione

Attraverso un semplice test dell’urina potrete verificare il vostro stato di acidosi

Quali sono i danni dell’acidosi ?

  • Ossidazione della matrice extracellulare
  • Danni alla cellula che non può essere riparata
  • Diminuisce glutadione (radicali liberi aumentano, stress ossidativo invecchiamento precoce)
  • Osteoporosi, osteopenia , astenia
  • Malattie cardiovascolari e degenerative, diabete e insulino resistenza .

In linea generale l’acidosi porta ad aumentare l’invecchiamento cellulare perché influisce sulla produzione dei radicali liberi che favoriscono a loro volta all’accelerazione dei meccanismi ossidativi del corpo.

Come avrete capito alla base della nostra salute ci sono sempre un’attenzione consapevole verso le scelte che facciamo ogni giorno sia nel tipo di alimentazione, sia nello stile di vita che conduciamo, sia nella gestione dei nostri equilibri interni.

La domanda da porsi e’:

“quanto siamo disposti a rinunciare a tutte quelle abitudini sbagliate che ci offrono solo un appagamento momentaneo, ma che in realta’ nel lungo termine ci predispongono alla malattia ?”

Mantenerci in salute e’ una scelta consapevole che ogni giorno dovremo attuare per prevenire ma anche favorire un sano processo di invecchiamento.

di Vanessa Di Nepi

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.