Nel cuore di un’epidemia: Aggiornamenti in tempo reale

Secondo il sito web della National Health and Medical Commission, 31 province regioni e comuni autonomi dello Xinjiang hanno riportato 1.737 casi recentemente confermati (la prima diagnosi confermata in Tibet). Centotrentuno nuovi casi gravi, 38 nuovi casi di morte (37 in Hubei, 1 in Sichuan), 21 nuovi casi di dimissione e 4.148 nuovi casi sospetti.
Al momento sono stati riscontrati 88.693 contagi e 2.364 persone sono state dimesse dall’osservazione, per un totale di 81.947 persone che invece sono ancora sotto monitoraggio medico.
Sono stati segnalati in totale 25 casi confermati a Hong Kong, Macao e Taiwan: 10 nella regione amministrativa speciale di Hong Kong, 7 nella Regione amministrativa speciale di Macao e 8 a Taiwan.

Una riflessione. Ora parliamo dei dati umani…

La gente sta chiusa in casa ma non si scoraggia. Girano video divertenti di persone che giocano a ping pong sul tavolino del salotto o pescano nell’acquario, per passare il tempo. Dopo i primi giorni in cui serpeggiava il panico (purtroppo alimentato da notizie ipotetiche, false o reali) la popolazione cinese e chi è in Cina adesso, ha voglia di concentrarsi sulla positività, come ad esempio la gioia per la prima paziente guarita dimessa dall’ospedale di Shanghai.
Il bello dell’animo umano e che si adatta come meglio può, e le battute e i meme hanno iniziato a essere diffusi da subito nei gruppi in WeChat. Qualcuno si è offeso per la mancanza di sensibilità, ma la maggioranza si è fatta volentieri una risata.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.