Un nuovo intervento potrebbe restituire la vista ai non vedenti

Si tratta di un intervento che sta facendo il giro del mondo e che potrebbe restituire la vista ai non vedenti e alle persone che stanno per perdere la vista.

La vista è uno dei sensi fondamentali per gli esseri viventi. Grazie ai nostri occhi possiamo osservare tutto ciò che ci circonda nello spazio in cui ci troviamo, il che è importante.

Molte persone, purtroppo, nel corso del tempo possono perdere progressivamente la capacità visiva, che alcune volte può essere sistemata con l’uso degli occhiali, altre volte è quasi impossibile risolvere la situazione e occorre ricorrere ad un intervento chirurgico.
Altre volte, purtroppo, nemmeno con un intervento chirurgico si può recuperare la vista.
Ma la scienza e la tecnologia si sono evolute così tanto da farmi portare a voi che leggete l’articolo oggi un dono…

Condivido con voi una buona notizia: è stato annunciato un nuovo intervento chirurgico che aiuterà migliaia di persone a recuperare la vista.

Un intervento miracoloso che potrà restituire la vista a chi l’ha persa.

La disabilità visiva, sia che sia dalla nascita, sia che si sia sviluppata progressivamente con l’eta, è qualcosa di molto triste perché impedisce di poter contemplare le bellezze che ci circondano nella vita quotidiana.

Uno studio condotto all’Università di Washington da un team di ricercatori, ha trovato una possibile soluzione alla cecità.

Un innovativo intervento chirurgico eseguito sul cristallino dell’occhio che è stato testato su venti pazienti dichiarati ipovedenti e che, esattamente trenta giorni dopo questo intervento, sono riusciti a riprendere l’uso della vista.

E la cosa più sorprendente è che oltre il recuperato della vista, hanno recuperato anche una visione ottimale.

Questo è un intervento chirurgico che ha lo scopo di aiutare le persone che hanno perso la vista la cui procedura consiste nella rimozione del tessuto gelatinoso situato dietro il cristallino dell’occhio e nella sua sostituzione con una soluzione salina. Il tutto per mezzo della viterctomia, nome con cui è nota questa procedura.

Alcuni dei pazienti operati, 3 mesi fa, hanno già ottenuto buoni risultati grazie a questa procedura.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.