Economia e criptovalute: che previsioni per il 2020?

L’economia europea potrebbe stabilizzarsi su un percorso di crescita. È questo il messaggio che arriva dalle previsioni economiche per questo 2020. Per la zona euro le previsioni indicano che la crescita del prodotto interno lordo (PIL) rimarrà stabile all’1,2 % nel 2020 e nel 2021, mentre per l’UE nel suo complesso si prevede che la crescita scenda leggermente all’1,4 % nel 2020 e nel 2021 rispetto all’1,5 % prospettato dalle previsioni economiche d’autunno 2019.

Secondo le previsioni gli investimenti pubblici, soprattutto nelle infrastrutture digitali e del settore dei trasporti, aumenteranno in modo significativo in diversi Stati membri. Insieme ai timidi segnali di stabilizzazione del comparto manifatturiero e al possibile arresto del calo dei flussi commerciali a livello mondiale, ciò dovrebbe consentire all’economia europea di continuare a espandersi.

Le criptovalute

Gli esperti sono molto attenti a quello che può accedere nel mondo delle criptovalute. Tanti gli occhi puntati, ad esempio, sul valore Ripple e sulle altre criptovalute che stanno ben figurando negli ultimi anni. Ripple (XRP) è una criptovaluta in circolazione dal 2013 che, assieme all’Ethereum, pare voler lanciare il guanto di sfida al Bitcoin. Come tutte le monete digitali della stessa famiglia, anche la quotazione del Ripple non si basa su una valuta fisica, ma trae origine da internet.

Ripple opera su una piattaforma decentralizzata e su una rete open source, il che significa che gli sviluppatori hanno la facoltà di intervenire e modificare sempre secondo quanto previsto dalla normativa di utilizzo della valuta virtuale. In realtà ricordiamo ancora una volta come con il termine Ripple si identifichi sia la criptovaluta sia l’intera rete in cui essa opera.

Secondo gli esperti questo potrebbe essere l’anno di Ripple. La spinta economica dell’Eurozona potrebbe aiutare l’attività di Ripple a svilupparsi su scala globale. Da ieri il prezzo di XRP ha iniziato un discreto movimento al rialzo superando i livelli di 0,2000 e 0,2050 dollari. I tori sono stati in grado di spingere il prezzo al di sopra dell’area di resistenza di 0.2100 dollari, ma non è riuscito a salire al di sopra dei livelli di resistenza di 0.2140 e 0.2150 dollari. La resistenza successiva è posta vicino al livello di 0,2200 dollari, vicino alla media mobile semplice a 100 ore. Insomma, affinché si possa sperare in un nuovo aumento e in un forte recupero, i tori devono superare l’ostacolo di 0.2150 dollari e poi spingere per arrivare al livello di 0.2200 dollari.

Il futuro di Ripple è strettamente collegato ai pagamenti transfrontalieri, il suo progetto ha ragione di esistere perché le persone in tutto il mondo hanno una reale esigenza quotidiana: spostare denaro da una parte all’altra del mondo.

Una esigenza che abbiamo da sempre e che non tramonterà certo nei prossimi anni, anche la Società digitale continuerà ad avere bisogno di trasferire denaro da una parte all’altra del mondo e Ripple sta creando l’infrastruttura per consentirlo. Molte banche hanno aderito e questo è un fattore da non sottovalutare.

 

Redazione

Redazione

Tutto si integra nell’eterno ritorno: ciò lo sanno gli umoristi, i santi e gli innocenti. -Pier Paolo Pasolini

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.