Ospedale Fiera Milano ecco come procede il progetto

“È nostro dovere rendere partecipi tutti quanti vorranno verificare “in diretta” lo stato di avanzamento dei lavori all’interno dei nostri padiglioni. Questa operazione è estremamente complessa e sarà realizzata grazie alla generosità dei privati”.

Così ha dichiarato Enrico Pazzali, presidente della fondazione fiera Milano.

Ma partiamo dal principio In occasione dell’emergenza sanitaria per la pandemia di Covid-19, la fondazione fiera Milano, ha messo a disposizione i padiglioni 1 e 2 del Portello a Fieramilanocity.
All’interno dei due padiglioni, che coprono oltre 25.000 metri quadri di superficie, verranno allestiti speciali moduli/container che saranno successivamente attrezzati con posti letto destinati alle cure dei pazienti coinvolti nell’emergenza Covid-19.

Guido Bertolaso, advisor della regione Lombardia per l’emergenza coronavirus, ritiene che la conoscenza diffusa su un progetto di tale portata, sarà d’esempio per numerose realtà nel resto del mondo, sia oggi fondamentale per prendere piena consapevolezza della situazione.

Il progetto dell’Ospedale “Fiera” di terapia intensiva emergenza Covid-19, prevede la realizzazione di circa duecento posti letto. Si tratta di un ospedale a tutti gli effetti, in grado di essere operativo a 360 gradi. Non solo una degenza per i ricoverati da coronavirus, ma una struttura in grado di curare ogni altra patologia correlata e stanno procedendo speditamente e con un grande spirito di squadra i lavori per il suo allestito all’interno dei primi due livelli del padiglione fieristico.

La programmazione di suddetti lavori è suddivisa in tre fasi di intervento, per consentire l’immediata disponibilità di posti letto.

Programmazione che prevede due unità operative complesse e disporrà, in brevissimo tempo, di ventotto posti letto con i servizi dedicati e delle aree di supporto per lo svolgimento in loco di tutta l’attività sanitaria diagnostica e terapeutica. Per le prime due unità saranno impegnati oltre ottanta medici e infermieri.
A seguire saranno attuate la fasi per il completamento delle altre unità operative.
Tempo attualmente stimato per la realizzazione di buona parte del progetto e per vederlo ufficialmente operativo,entro la fine della prossima settimana.

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.