Cinecittà si mostra e torna ad accogliere gli amanti della settima arte

Quando gli chiesero quale fosse la città in cui avrebbe preferito vivere,
Fellini rispose “Cinecittà”, ovvero la città surreale più bella del mondo fautrice di tutte le storie possibili nello spazio e nel tempo.

Cinecittà nel corso dei suoi ottanta anni anni di storia si conferma ancora oggi come la cornice prediletta da registi e produttori per film, documentari, serie tv e video musicali.

La fabbrica dei sogni, da venerdì ventinove maggio, torna ad accogliere gli amanti della settima arte offrendo la possibilità di visitare in tutta sicurezza l’offerta espositiva degli Studios.
Realizzata e promossa da Istituto Luce-Cinecittà: le esposizioni permanenti di Cinecittà si Mostra, Felliniana e il MIAC, il Museo italiano dell’Audiovisivo e del Cinema,torna fruibile anche con i suoi quaranta ettari di spazio a disposizione, i monumentali set all’aperto e il grande parco centrale, abitato da elementi scenografici originali come la Venusia, la grande testa di donna usata per le riprese de Il Casanova di Federico Fellini.

Un viaggio nella storia del cinema italiano e degli Studios dove l’esperienza di visita è suddivisa in due momenti distinti: il tour guidato con mediazione specializzata all’aperto conduce sui grandi set permanenti di Roma Antica, Tempio di Gerusalemme e Firenze del 1400 , mentre filmati, costumi di scena e sale interattive sui mestieri del cinema, sono visitabili autonomamente all’interno degli edifici storici con il percorso a senso unico indicato dalla segnaletica della mostra.

Questa esposizione errante è un progetto vincente che vede crescere il gradimento del pubblico che è ormai stabilmente al di sopra delle novanta mila presenze.
Sarà possibile ritornare a visitare anche Felliniana – Ferretti sogna Fellini, ulteriore percorso di Cinecittà si Mostra, che regala la straordinaria immersione nell’immaginario del Maestro rivisitato e creato dal suo scenografo, il tre volte premio Oscar Dante Ferretti che con la sodale (e a sua volta vincitrice di tre Oscar) Francesca Lo Schiavo ricostruisce attraverso ambienti scenografici, luoghi, oggetti, ispirazioni, sogni dell’universo del regista. Entrare in Felliniana è come entrare non solo con gli occhi dentro un film di Fellini.
Si potrà entrare dentro centoventi anni di storia dello spettacolo italiano con le video-installazioni e le esperienze immersive del MIAC, il nuovissimo Museo italiano dell’Audiovisivo e del Cinema. Un percorso espositivo di 1600 metri quadri attraverso centinaia di filmati provenienti dalle più importanti cineteche d’Italia, installazioni interattive, videoarte, percorsi multimediali, che sorprendono lo spettatore facendolo entrare nel lungo film che il cinema italiano, la TV e la Radio hanno prodotto dall’invenzione del cinematografo di fine ‘800 fino alle serie tv di oggi. Un viaggio sorprendente, spiazzante, vivacissimo, già salutato con entusiasmo dalla stampa italiana e da tante testate internazionali.

A partire dal mese di giugno su prenotazione saranno disponibili anche le visite in famiglia che offrono un’esperienza di attività completamente all’aperto per nuclei familiari, pensata per essere condivisa da grandi e piccoli nel pieno rispetto delle misure per il contenimento del contagio da Covid 19.
Per garantire la massima sicurezza al pubblico gli studi di Cinecittà hanno inoltre adottato le seguenti misure:

– Servizio di prenotazione tramite mail all’indirizzo visit@cinecittaluce.it e acquisto online del biglietto di ingresso su www.ticketone.it

– Gestione degli ingressi e delle uscite con ingressi contingentati dei visitatori per fasce orarie

– Percorsi a “senso unico” con personale addetto alla gestione degli ingressi

– Obbligo di mascherina sia per i visitatori che per il personale del museo

– Misurazione della temperatura e presidio medico

– Pulizia giornaliera degli ambienti chiusi all’interno delle mostre, del bookshop e del Caffè di Cinecittà

– Posizionamento dei distanziatori in plexiglass e segnaletica di distanziamento presso la biglietteria e il bookshop

– Posizionamento di dispenser per sanificazione delle mani

Per tutte le altre info
www.cinecittasimostra.it

www.museomiac.it

Lara Ferrara

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.